Frasi razziste, insulti e pugni alla partita dei giovani: grave episodio alla Sacra Famiglia

Domenica mattina durante una partita tra quattordicenni, un giocatore di colore è stato insultato dall'avversario e i due sono venuti alle mani

Domenica mattina infiammata sul campo della Sacra Famiglia dove domenica mattina, durante una partita di Giovanissimi Regionali tra la formazione di casa e il Virtus Agredo, se ne sono viste di tutti i colori.

OFFESO ED ESPULSO.

Un giocatore dell’Agredo avrebbe preso di mira l’attaccante della Sacra Famiglia, di origini nigeriane, apostrofandolo per due volte con un vergognoso “zitto negro”. Nonostante l’insulto il giovane non avrebbe reagito, fino a quando con l’arbitro girato, non gli è arrivato un pugno sotto la cintura. A quel punto il giocatore offeso è esploso, rincorrendo l’avversario per farsi giustizia. Il mister della Sacra Famiglia è riuscito a intervenire e a dividerli prima che venissero a contatto. E il direttore di gara? Ha estratto il cartellino rosso, mandando anzitempo negli spogliatoi il 14enne per fallo di reazione. Nel referto non c’è traccia di quanto accaduto prima della reazione, ma l’espulsione costerà due giornate di squalifica al giocatore nigeriano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Ristorante la sera, discoteca abusiva la notte: dopo il blitz stop ai balli

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

Torna su
PadovaOggi è in caricamento