rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Campagna antinfluenzale dal 7 novembre 158.500 dosi di vaccino per i padovani

È iniziata in questi giorni la distribuzione delle dosi di vaccino (33mila in Ulss 15, 85.500 in Ulss 16 e 40mila in Ulss 17) che serviranno a vaccinare contro l'influenza i cittadini che afferiscono alle tre aziende sociosanitarie della provincia di Padova

È iniziata in questi giorni la distribuzione ai medici di medicina generale delle 158.500 dosi di vaccino (33mila in Ulss 15, 85.500 in Ulss 16 e 40mila in Ulss 17) che serviranno a vaccinare contro l’influenza i cittadini che afferiscono alle tre aziende sociosanitarie della provincia di Padova. Dal 7 novembre, sarà possibile rivolgersi alle strutture sanitarie per la somministrazione da parte dei medici di medicina generale, dei pediatri di libera scelta, dei professionisti sanitari operanti nelle sedi pubbliche di vaccinazione e di quelli che operano all’interno delle strutture residenziali per gli anziani.

PREVENZIONE. "La campagna per la vaccinazione antinfluenzale è un’attività particolarmente importante in ambito preventivo - spiega Domenico Scibetta, direttore generale dell’Azienda Ulss 16 e commissario di Ulss 15 e 17 - i nostri servizi di igiene e sanità pubblica nelle tre aziende sociosanitarie padovane sono impegnate nello sviluppare una nuova cultura di prevenzione a partire dal supporto ai medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta indispensabili interlocutori nel contatto diretto con gli assistiti. Va ricordato che i principali destinatari della vaccinazione - chiude il dottor Scibetta - sono gli ultrasessantacinquenni e coloro che sono affetti da patologie potenzialmente in grado di aumentare il rischio di complicanze da influenza come ad esempio chi soffre di patologie croniche che risultano a rischio elevato di complicanze cardiache e polmonari".

LA CAMPAGNA DELLO SCORSO ANNO. La scorsa campagna antinfluenzale ha visto sul territorio dell’azienda sociosanitaria padovana una copertura nelle persone anziane del 52,5% in Ulss 16, del 59% in Ulss 15 e del 61,7% in Ulss 17 (ricordiamo che la media regionale si attesta sul 54% e l’obiettivo nazionale è al 75%). Secondo le indicazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità, la composizione dei vaccini per l’imminente stagione antinfluenzale è diversa da quella dello scorso anno, includendo tuttavia sempre il ceppo della pandemia influenzale A/H1N1, divenuto virus stagionale.

L'ANDAMENTO INFLUENZALE. Fino al 30 aprile 2017, i residenti dei 103 Comuni appartenenti alle Aziende Ulss 16, Ulls 15 e Ulss 17 potranno contare sul supporto di un gruppo di medici sentinella, ovvero una selezione di medici di medicina generale e di pediatri di libera scelta, che fungeranno da punto di riferimento per l’azienda sulla situazione sanitaria dei loro assistiti. Attraverso un rapporto settimanale con i medici sentinella, il servizio di igiene e sanità pubblica di ciascuna azienda controllerà l’andamento influenzale, alimentando quindi il sistema sanitario regionale e l’Istituto superiore di sanità per l’elaborazione di un quadro puntuale ed aggiornato della curva epidemica. Va segnalato infine che, in concomitanza con la campagna di vaccinazione antinfluenzale, la Regione Veneto promuove la campagna di prevenzione delle complicanze da carenza di vitamina D.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campagna antinfluenzale dal 7 novembre 158.500 dosi di vaccino per i padovani

PadovaOggi è in caricamento