Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Lotta al Covid: l'Arma dei carabinieri aderisce alla campagna di donazione del plasma iperimmune

Tutti i cittadini che sono stati affetti da Covid-19 e che siano guariti da almeno 14 giorni possono donare il plasma per aiutare a curare i malati di Coronavirus

Il Dipartimento Interaziendale di Medicina Trasfusionale dell’ULSS6 di Padova ha indetto una campagna di sensibilizzazione alla donazione del plasma iperimmune da parte dei pazienti che abbiano contratto il corona virus. Analoga campagna è stata lanciata in fase propedeutica alla creazione della “banca del plasma” da parte della Regione Veneto. Tutti i cittadini che sono stati affetti da Covid-19 e che siano guariti da almeno 14 giorni possono, pertanto, donare il plasma per aiutare a curare i malati di Coronavirus e contribuire ad alimentare le “banche del plasma”.

Le donazioni

A tal proposito, vista la situazione epidemiologica e la tradizionale inclinazione dei carabinieri nel prodigarsi per il bene della collettività ben oltre a quelli che sono i doveri istituzionali, anche l’Arma ha deciso di aderire all’iniziativa, rappresentata, a livello locale, dal Comando Legione Carabinieri “Veneto”. L’epidemia da Covid-19, in particolare in questo ultimo periodo, ha colpito molti militari che, una volta guariti, si trovano o si troveranno nelle condizioni di poter donare il plasma su base volontaria e contribuire nel fornire un concreto aiuto per alimentare la preziosa banca del plasma, necessaria a fornire un importante supporto per la guarigione delle persone che lottano contro la malattia nei reparti degli ospedali costituiti per fronteggiare la pandemia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al Covid: l'Arma dei carabinieri aderisce alla campagna di donazione del plasma iperimmune

PadovaOggi è in caricamento