menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un milione e 200mila euro per lavori alla rete fognaria Marsango

Il progetto prevede la realizzazione di una nuova rete di fognatura nera, che costituirà l’asse principale di raccolta e smaltimento delle acque reflue degli abitati dell'intera frazione di Campo San Martino

Si aprono i cantieri per lavori alla rete fognaria di Marsango, frazione di Campo San Martino. Il progetto prevede la realizzazione di una nuova rete di fognatura nera, che costituirà l’asse principale di raccolta e smaltimento delle acque reflue degli abitati dell'intera frazione. Saranno realizzati inoltre dei pozzetti e delle opere di allacciamento necessarie per il convogliamento dei reflui alla struttura fognaria esistente e quindi a depurazione, e due nuove stazioni di sollevamento lungo via Busiago. Il costo dei lavori è di un milione e duecentomila euro, finanziati con i fondi del Piano d’Ambito dell’Ato Brenta e con un contributo regionale di 150mila euro.

I LAVORI. Sei le vie interessate: un tratto di via Busiago, via S. Pio X, via Papa Luciani, via Alcide De Gasperi, via IV Novembre e un tratto di via Caselle. L'obiettivo è realizzare circa 2.300 metri di nuove condotte che permetteranno di separare la rete fognaria bianca (le acque piovane) da quella nera, attualmente raccolte in un’unica condotta. Saranno così allontanate dal depuratore le acque meteoriche, con il vantaggio di un minor costo energetico per il sollevamento di acque non da depurare, e di un minore carico liquido da depurare. Inoltre, sarà possibile intercettare una cospicua parte degli scarichi civili della zona interessata, che scarica i reflui tramite la rete fognaria mista nella rete idrografica superficiale, previo trattamento primario in fosse Imhoff. Lungo il tracciato della nuova rete fognaria, in via Busiago e via Leonardo da Vinci, è previsto anche il rifacimento di un tratto di tubazione di acquedotto in cemento amianto, che, essendo in condizioni precarie, è soggetta a frequenti rotture e quindi estremamente vulnerabile durante le operazioni di scavo.

GLI ALLACCIAMENTI. I lavori sono stati consegnati a fine ottobre e dovranno essere ultimati in undici mesi. Sarà cura della ditta esecutrice limitare il più possibile i disagi alla circolazione e provvedere al ripristino della sede viabile interessata dai lavori. Gli allacciamenti dei residenti già collegati alla rete fognaria, verranno intercettati e convogliati al nuovo collettore fognario a condizione che gli scarichi privati interni risultino già divisi in fognatura nera e fognatura bianca. Diversamente, il residente dovrà provvedere alla suddivisione interna degli scarichi, confluendo nella nuova rete di fognatura solo le acque reflue. Per le utenze non allacciate alla rete fognaria si provvederà a predisporre il collegamento e, dopo aver ricevuto da Etra la notifica dell’invito all’allacciamento, dovranno provvedere a eseguire internamente i lavori necessari per convogliare i reflui ai nuovi allacciamenti predisposti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento