rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Cronaca Campodoro

Richiami elettroacustici vietati: denunciati tre cacciatori

Oggi i carabinieri Forestali, durante un servizio di pattugliamento nell'alta padovana, tra Campodoro, Piazzola sul Brenta e Carmignano di Brenta hanno identificato sette persone

Stangata sui cacciatori che sono stati sorpresi in piena attività venatoria non in linea con le regole previste. Il servizio è stato organizzato nella giornata odierna, 1 novembre, dai carabinieri Forestali e ha interessato tutta l'area dell'alta padovana. In tutto hanno operato 10 militari.

I fatti

sono stati identificati sette cacciatori. Per tre di loro è scattata la denuncia all'autorità giudiziaria per aver esercitato la caccia con mezzi vietati. Nei guai sono finiti tre uomini rispettivamente di 76, 60 e 31 anni. Sono stati sorpresi a Carmignano di Brenta, Piazzola sul Brenta e Campodoro. Nello specifico al momento dell'accertamento sono stato trovati in possesso di richiami elettroacustici vietati dalla legge sulle protezione della fauna selvatica omeoterma. Uno degli indagati stava utilizzato quattro apparecchi acustici che precedentemente aveva mimetizzato e nascosto tra la vegetazione che circonda un capanno. I carabinieri hanno subito sentito un chiaro e forte canto per il richiamo degli uccelli e sono intervenuti. 

Conseguenze

Ai tre cacciatori denunciati sono state sequestrate la armi, fucili da caccia, oltre a tutta l’attrezzatura elettronica illegalmente detenuta ed utilizzata. Un’operazione questa che si inserisce nell’ambito dei controlli diffusi sul territorio che periodicamente in questo periodo dell’anno vengono programmati dai carabinieri Forestali e che è finalizzata a verificare la regolarità dell’esercizio venatorio, garantendo al tempo stesso una azione di salvaguardia all’avifauna migratoria. Il territorio dell’alta padovana rappresenta un’area di passaggio per l’avifauna migratoria in questo periodo dell’anno e la presenza del fiume Brenta, sito di importanza comunitario (SIC) e zona di protezione speciale (ZPS) facente parte della Rete Natura 2000, costituisce una tappa importantissima di sosta per migliaia di uccelli che si spostano dai siti riproduttivi del nord Europa all’Africa per lo svernamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Richiami elettroacustici vietati: denunciati tre cacciatori

PadovaOggi è in caricamento