Cani e proprietari: come affrontare correttamente il trasporto in automobile

La cinofila padovana Laura Lubian affronta il tema del viaggio in auto con il proprio cane: tanti consigli utili e suggerimenti su come affrontarlo e le situazioni da evitare

Foto da Baufoto

Appena tornata a Padova ho notato che qui molti proprietari per viaggiare in auto con il proprio cane usano la cintura da attaccare alla pettorina o al collare. Non vi nascondo che per me ogni volta è un colpo perché lo trovo un modo pericolosissimo di girare con il cane.

Situazioni pericolose

Se capita un tamponamento o di dover fare una frenata molto brusca, il cane sarà libero con il corpo di volare per l’abitacolo, subendo poi un contraccolpo sul collo o sul torace per la cintura che rischia di provocargli dei danni fisici seri. Anche viaggiare con il cane libero per l’auto potrebbe essere pericoloso. Un cane libero sui sedili posteriori o sul bagagliaio si muoverà tantissimo, tenderà ad agitarsi vedendo l’esterno che scorre velocemente e non avrà alcuna protezione in caso di frenate brusche o incidenti anche lievi. Ci sono poi proprietari convinti che il proprio cane soffra di mal d’auto perché puntualmente si sente male. Spesso si può trattare invece di paura o disagio per il rumore della macchina, oppure di un’associazione negativa perché dopo poco il cane si sente male e rimette.

Utilizzare il trasportino per viaggiare in sicurezza

Se il cane non viene abituato gradualmente a viaggiare in auto o se non si utilizzano le dovute precauzioni, è possibile che questo diventi uno dei momenti difficili sia per il cane che per il proprietario. Non bisogna dare per scontato che i cani riconoscano l’auto come un mezzo di trasporto comodo e innocuo, siamo noi proprietari che dobbiamo avere l’accortezza di fargliela conoscere i maniera positiva. Il mio consiglio quindi è quello di farlo viaggiare in auto sempre dentro al suo trasportino, è l’unico modo per proteggerlo e contenere in sicurezza i suoi movimenti in caso di incidenti o frenate. Se in nostro cane non sa stare dentro ad un trasportino, sarà importante fare un passo indietro e abituarlo in maniera graduale a farlo stare lì dentro quando vi trovate in casa e poi anche in auto. In questa maniera il nostro cane viaggerà sempre protetto e si troverà sempre dentro la sua tana portatile dove potrà rilassarsi in qualunque situazione, sia se deve viaggiare in auto, in treno o in aereo.

Come abituarlo positivamente a viaggiare in auto

Le prime volte facciamo salire il cane quando la macchina è spenta, diamogli qualche biscottino mentre si trova dentro e poi facciamolo uscire. Ripetiamo questo giochetto più volte per fargli capire che non c’è alcun problema a salire in auto, anzi riceverà addirittura dei premietti li dentro. Quando il cane sarà felice di salire in auto, possiamo mettere in moto e fare un brevissimo tragitto solo per farlo abituare. Magari portiamolo in un posto che a lui piace. Dedichiamo dei brevi tragitti in auto solo per fargli prendere confidenza con il rumore e il movimento. Vedrete che piano piano il cane prenderà sempre più confidenza con la macchina, si rilasserà e i tragitti in auto potranno diventare più lunghi e sempre sereni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Errori da evitare

Un errore da non fare è quello di non fargli conoscere l’auto solo per portarlo dal veterinario o in un posto spiacevole per il cane, ma cerchiamo di farlo viaggiare anche per andare in luoghi divertenti come un parco o un’area cani. Magari le prime volte lasciamo il cane a digiuno qualche ora prima del tragitto in macchina, non facciamolo bere tanto prima di partire. Inoltre lasciamo sempre una piccola parte di finestrino abbassato per rendergli l’ambiente fresco e ventilato. Una volta che il cane si è abituato, stiamo comunque attenti a come guidiamo. Evitiamo le frenate brusche o le curve troppo veloci se non sono necessarie e dopo un paio d’ore di viaggio ricordiamoci di fare una pausa per farlo sgranchire e fargli fare i bisogni. Foto da Baufoto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento