menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capannoni a prova di sisma? Oltre 200 le richieste di verifica statica

In tanti hanno aderito al servizio gratuito proposto da Gizip Padova in seguito al terremoto in Emilia. Finanziamenti agevolati per la messa in sicurezza e un consulente assicurativo per controllare le polizze

Ha già superato quota 200 richieste e varcato di gran lunga i confini provinciali l'iniziativa del servizio gratuito di verifica statica dei capannoni promossa dal Gruppo imprenditori delle zone industriali di Padova (Gizip) in seguito al terremoto in Emilia che proprio negli edifici delle aree artigianali ha mietuto le sue maggiori vittime.

L'INIZIATIVA DI GIZIP: VERIFICHE STATICHE GRATIS AI CAPANNONI

RICHIESTE DA FUORI REGIONE. Le 4 squadre al lavoro - presiedute dal presidente Roberto Rovoletto, geometra e quindi tecnico del settore, dall’ingegner Stefano Debiasi, dal geometra Roberto Cerabino e dal geometra Vittorio Piccello - hanno già effettuato oltre 60 sopralluoghi, perlopiù concentrati nella Bassa Padovana e nella zona industriale di Padova. Ma richieste sono arrivate persino da Prato, in Toscana oltre che dalla Lombardia. "Purtroppo non possiamo dare corso a sopralluoghi in siti così lontani - spiega il presidente Gizip Roberto Rovoletto - agiamo in regime di volontariato, gratuitamente e senza richiedere neppure rimborsi spese, e dobbiamo dare la precedenza alle zone del Veneto che ultimamente risultano più interessate dai fenomeni sismici".

MESSA IN SICUREZZA CON FINANZIAMENTI AGEVOLATI. Dai primi sopralluoghi nel Padovano sono emerse alcune situazioni che non presentano sufficienti garanzie in caso di ulteriori scosse la cui entità non può essere prevista. Criticità che necessiterebbero di interventi di messa in sicurezza anche dal costo contenuto, visti i valori patrimoniali in gioco ma soprattutto la prioritaria tutela del personale presente all’interno dei capannoni. Banca Padovana di Credito Cooperativo ha recentemente predisposto un particolare prodotto “Sicurezza”, con un plafond di 10 milioni di euro, a tasso agevolato. Il prodotto è destinato ad opifici industriali e artigianali (capannoni) per opere di ristrutturazione finalizzate alla messa in sicurezza delle strutture portanti delle campate dei capannoni, con finalità antisismiche. Ogni intervento può avere un finanziamento massimo di 75 mila euro, con un mutuo chirografario della durata massima di 60 mesi e rateazione mensile, senza alcuna spesa di istruttoria. Per quanto riguarda la documentazione richiesta, è sufficiente una relazione sull’intervento per le opere di messa in sicurezza e le evidenze di spesa.

CONSULENZA ASSICURATIVA. Infine Gizip ha messo a disposizione un consulente assicurativo per verificare gratuitamente se l’impresa che fa richiesta della verifica statica goda della copertura assicurativa per rischio sismico. Per essere certi che questa sussista, ricorda l’associazione, è bene che essa sia specificata e non intesa all’interno della copertura per eventi eccezionali.

Per informazioni e le richieste di sopralluoghi: info@gizip.it – 049 77 63 45.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento