Protestò in tribunale mettendosi un cappio al collo, dietrofront: pagherà la multa

Un ex commerciante di Lozzo Atestino, aveva protestato in modo veemente contro la giustizia perché non voleva pagare una multa di 200 euro: ora ha deciso di tornare sui suoi passi

Protestò in tribunale mettendosi un cappio al collo: protagonista del caso un ex commerciante di Lozzo Atestino che per reclamare contro la giustizia aveva deciso lo scorso marzo di presentarsi in tribunale con il cappio. Un’azione eclatante, nata per non pagare una banale multa di 200 euro su un’irregolarità lavorativa: oggi, a distanza di tempo, come riportano i quotidiani locali, l’uomo è tornato sui suoi passi e ha deciso di pagare la sanzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Pauroso incendio in un complesso residenziale: fiamme domate dai pompieri dopo ore

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Dramma domenica mattina alle Terme: spara alla moglie e poi si uccide

  • Positivo al Covid, fugge dal reparto di malattie infettive e sparisce per tutta la notte

Torna su
PadovaOggi è in caricamento