menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carabinieri schiacciati dal cancello durante un sopralluogo per furto

L'infortunio all'alba di giovedì in un'azienda agricola dismessa a Monselice. Feriti, ma non in pericolo di vita, i militari dell'arma di Conselve

Giunti sul posto in seguito alla segnalazione della presenza dei ladri, due militari dell'arma della stazione di Conselve sono rimasti feriti all'alba di giovedì, intorno alle 5.20, dal pesante cancello in ferro che delimita la recinzione di un'azienda agricola dismessa.

SCHIACCIATI DAL CANCELLO. L'infortunio in via Pernumia a Monselice. I due carabinieri sono rimasti schiacciati durante il sopralluogo mentre ispezionavano l'area appena visitata dai malviventi. Dopo aver ricevuto la chiamata al 112 dal proprietario, un 65enne, si sono presentati al cancello frontestrada e, trovatolo chiuso, hanno citofonato al titolare che però, allarmato dalla presenza dei ladri, non ha aperto tempestivamente ai carabinieri. Questi ultimi, allora, spostatisi su un lato, si sono trovati di fronte a un secondo cancello carrabile in ferro dalla stazza imponente: alto 2 metri e 30 centimetri e lungo 10 metri e 20. Per cause ancora in corso di accertamento, il cancello è uscito dalle guide travolgendo i due militari.

SERIAMENTE FERITI. Sul posto, assieme ai soccorsi del Suem 118 sono intervenuti anche i vigili del fuoco per liberare i carabinieri. I feriti, entrambi portati all'ospedale di Monselice, sono un brigadiere 50enne pugliese, fratturatosi il bacino e l'omero, e un carabiniere scelto sempre pugliese 23enne, più grave, fratturatosi il bacino e anche l'osso sacro, sottoposto a intervento chirurgico, ricoverato in terapia intensiva a titolo cautelativo. Per entrambi i medici si sono riservati la prognosi.

INDAGINI IN CORSO. Del passaggio dei ladri sono rimasti solo i segni di effrazione sulla porta della proprietà, dileguatisi in tempo all'arrivo dei carabinieri con un cellulare e una borsa, ritrovata poco lontano. L'area circostante il cancello dell'ex azienda agricola è stata sequestrata per consentire tutti gli approfondimenti del caso e valutare se vi siano delle responsabilità da parte del proprietario nel caso in cui risultasse che la struttura non era in sicurezza. La Procura di Padova ha aperto un fascicolo sulla vicenda ma al momento non risultano iscritti nel registro degli indagati. Nei prossimi giorni sarà la volta delle perizie dei tecnici incaricati dal tribunale. Saranno loro a stabilire le reali ragioni dell'incidente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento