rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Cronaca

Maltrattamenti, spaccio, furto: raffica di arresti eseguiti dai carabinieri in un pomeriggio

Dalle 14 alle 24 di venerdì 25 febbraio 30 equipaggi dei carabinieri sono stati coinvolti in un servizio di controllo straordinario

Maltrattamenti in famiglia, spaccio, furto. Sono solo alcuni dei reati scoperti dai carabinieri del comando provinciale di Padova che dalle 14 alle 24 di venerdì 25 febbraio sono stati impegnati in un servizio di controllo straordinario con 30 equipaggi e 70 militari.

Spaccio

Al posto di blocco i carabinieri della stazione di Abano hanno fermato un 26enne di Padova. In auto hanno trovato 30 grammi di marijuana e 19 grammi di hashish, quantità che hanno fatto pensare ai militari ci fosse qualcosa di più. Così hanno perquisito la casa del 26enne trovando altri 190 grammi di marijuana e materiale per il confezionamento. Il giovane è stato arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio e resterà agli arresti domiciliari in attesa della convalida. Altri due minorenni, a Monselice, sono stati segnalati per detenzione di droga: avevano uno spinello e quasi 4 grammi e mezzo di hashish.

Furto

Un 46enne tunisino, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, è stato arrestato. I carabinieri lo hanno rintracciato da un affittacamere di Padova: l’uomo deve rispondere di quattro furti in albergo e due ricettazioni di carta di credito e orologio rubati. Al centro commerciale Giotto di via Venezia nel capoluogo, invece, i carabinieri della stazione di Padova principale hanno fermato un 40enne di Prato che avrebbe dovuto essere agli arresti domiciliari presso una comunità di recupero: è stato pizzicato in flagrante mentre cercata di rubare prodotti di profumeria per un valore di 110 euro. È stato arrestato per evasione e furto.

Maltrattamenti

Ha passato il pomeriggio a fare il giro dei bar, mixando alcol e psicofarmaci. Una combinazione poco felice. Una volta tornato a casa un 51enne romeno di Campodarsego ha tentato di colpire la moglie e poi si è accanito sul figlio, prendendolo a calci e minacciandolo con un oggetto contundente. Quando i carabinieri del radiomobile di Cittadella sono arrivati alla loro casa, l’uomo ha minacciato anche i militari pensando di intimorirli. È stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate. A Pionca di Vigonza è stato arrestato un altro violento, un 35enne tunisino che aveva più volte minacciato la compagna di sfigurarla con l’acido.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti, spaccio, furto: raffica di arresti eseguiti dai carabinieri in un pomeriggio

PadovaOggi è in caricamento