Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Stanga / Via Pietro Maroncelli

Aree degradate e a rischio incendi: monitoraggio preventivo dei carabinieri a Padova e provincia

Sono nove le zone controllate a tappeto: l'operazione ha anche portato all'arresto di cinque persone e al sequestro di 150 grammi di droga

A tappeto. Per prevenire: i carabinieri del comando provinciale di Padova hanno iniziato ad individuare e monitorare le aree a maggiore rischio di degrado in città e provincia in quanto divengono spesso rifugio per sbandati, tossicodipendenti e persone che vogliono sottrarsi al controllo.

Rischio incendi

Ed è alto (a causa dello stato di abbandono in cui versano questi luoghi) anche il rischio di incendi, che potrebbero raggiungere vaste proporzioni e costituire minaccia per le aree residenziali adiacenti: alla luce delle attuali condizioni atmosferiche, sarebbe sufficiente una maldestra gestione di fiamme libere per l’accensione di una sigaretta o di un fornello da campo per la cottura dei cibi per innescare un incendio.

Controlli approfonditi

Al momento le attività con maggior rilievo sono state svolte nell’area tra via Maroncelli e via del Pescarotto - che da una settimana vede un dispiegamento importante dell’Arma locale con il contributo della Compagnia di Intervento Operativo del 4° Battaglione Carabinieri di Mestre - anche in occasione di alcuni concerti che si sono svolti al “Parco della Musica”, che finora hanno fornito un buon riscontro considerato che sono state arrestate cinque persone, sette sono state denunciate in stato di libertà e 150 sono state identificate durante i controlli. Nel contesto sono stati, inoltre, sequestrati 150 grammi di varie sostanze stupefacenti. L’intervento è stato molto apprezzato dai residenti in considerazione che, il presidio dell’Arma ha allontanato molti malintenzionati. L’attività è stata ancor più valorizzata dal fatto che sull’area controllata insistono ben due facoltà universitarie i cui presidi Paolo Bonaldo, preside della facoltà di biologia e Konstantinos Priftis, preside della facoltà di psicologia, oltre ad avere espresso parole di apprezzamento per l’iniziativa, si sono resi disponibili a concorrere in tutte quelle iniziative utili al totale recupero della zona. Inoltre, particolare attenzione è stata posta nel controllo del centro dirigenziale di piazza Zanellato, dove si sta procedendo a controlli continui dei Carabinieri nelle ore notturne, coadiuvati da sistemi di sicurezza passivi degli enti ospitati in quegli uffici.

L'elenco delle aree a Padova e provincia

A tal proposito sono state individuate le seguenti aree:

COMUNE DI PADOVA:

·         Via Maroncelli e via Del Pescarotto

·         Via C. Goldoni, stabilimento produttivo abbandonato ex

·         Via G. Reni, ex istituto CONFIGLIACCHI;

·         C.so Australia, ex FORO BOARIO;

·         Via Frà Paolo Sarpi, sotto le arcate del ponte “SARPI-DALMAZIA”

COMUNE DI MONTEGROTTO TERME:

·         V.le Stazione, ex hotel MONTECARLO;

·         Via Roma intersezione con via Caposeda, ex hotel CRISTALLO;

COMUNE DI DUE CARRARE:

·         Via Mincana s.n.c., ex hotel LETIZIA

COMUNE DI SELVAZZANO DENTRO:

·         Via Monte Grappa s.n.c., ex SEMINARIO Minore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree degradate e a rischio incendi: monitoraggio preventivo dei carabinieri a Padova e provincia

PadovaOggi è in caricamento