menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In cella a quasi 80 anni: finisce in carcere il capo della banda che ha terrorizzato il Veneto

Deve scontare ancora più di tre anni di carcere l'uomo, già condannato due anni fa, che con i suoi fedelissimi ha commesso decine di furti e rapine in varie province venete

É finito dietro le sbarre del Due Palazzi dopo più di tre anni dall'arresto in flagranza per furto, per il quale nel 2015 era andato a processo insieme ai membri dell'organizzazione criminale di cui era a capo.

Il passato criminale

Oltre a un passato torbido nella criminalità locale che gli ha procurato un lungo curriculum di precedenti penali, P.S., oggi 77enne, è conosciuto dalla giustizia e dalle forze dell'ordine per la raffica di furti e rapine con cui ha terrorizzato diverse province del Veneto e del Friuli.

Furti e rapine

I fatti contestati risalgono al 2014 e 2015, quando l'uomo, alla guida di una banda di ladri tutti di origine romena, ha razziato decine di esercizi pubblici e abitazioni private rubando su commissione materiali di ogni genere. Il culmine dell'escalation criminale con l'aggressione di un'anziana donna ad Arzignano, legata e picchiata in casa durante una rapina. Di poco successivo l'arresto in flagranza dei membri del sodalizio criminale. Poi il processo, a cui nel giugno 2016 era seguita la sentenza che condannava l'imputato, già ai domiciliari nella sua residenza di Saonara, a una pena di 6 anni e 4 mesi.

La pena residua

Qui i carabinieri di Saonara gli hanno notificato l'ordine di carcerazione: il 77enne dovrà scontare nel carcere di Padova ancora 3 anni, 4 mesi e 3 giorni di reclusione per i reati di rapina, furto in abitazione e ricettazione commessi tra le province di Padova, Vicenza, Verona e Rovigo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento