Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Monselice, una sistemazione per il giovane clochard gentiluomo

Lo scorso settembre restituì un portafogli contenente 150 euro, trovato nei giardini antistanti palazzo Tortorini. L'associazione Papa Giovanni XXIII avrebbe dato la propria disponibilità per dargli un tetto dove vivere

Una casa per Peter F., il clochard 30enne balzato agli onori della cronaca per aver restituito un portafoglio trovato nei giardini antistanti palazzo Tortorini a Monselice. Come riporta il quotidiano il Gazzettino, il giovane, originario della Repubblica Ceca, dopo essere stato ospite della struttura ricettiva Selce, potrebbe avere presto quattro mura dove vivere.

ASSOCIAZIONE. Grazie all'impegno di Deborah Vermiglio, titolare della struttura che l'ha ospitato sino ad oggi e promotrice di una raccolta fondi che gli garantisse un letto e una doccia calda in una qualsiasi struttura del territorio, l'associazione Papa Giovanni XXIII avrebbe dato la propria disponibilità a dare un tetto a Peter in una delle sue case di accoglienza. 

CATENA UMANITARIA. La cosa però non è così immediata e attraverso la pagina Facebook "Sei di Monselice se", i padovani potranno continuare ad esprimere il loro sostegno  e dare un aiuto economico a Peter. Il giovane trentenne, originario della Repubblica Ceca si sarebbe allontanato da moglie e figli, per problemi famigliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monselice, una sistemazione per il giovane clochard gentiluomo

PadovaOggi è in caricamento