rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca Casale di Scodosia

Lavoratori in nero e irregolari sul territorio nazionale: nei guai un imprenditore

L'attività è stata svolta dal personale militare del Nil a Casale di Scodosia. Un marocchino di 33 anni oltre a vedersi chiudere l'azienda è stato denunciato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Il Nil, Nucleo ispettorato del lavoro dei carabinieri, a conclusione di un'attività di indagine, ha denunciato un uomo di 33 anni marocchino residente a Casale di Scodosia, titolare di una ditta di fabbricazione di strutture metalliche. Dovrà rispondere all'autorità giudiziaria di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. 

I fatti

Secondo l'accusa l'indagato avrebbe occupato in nero due persone marocchine, prive tra le altre cose di permesso di soggiorno, su un totale di cinque dipendenti. Per questa irregolarità i carabinieri del Nil hanno adottato il provvedimento di sospensione dell'attività imprenditoriale. Durante la medesima attività i militari hanno sanzionato un marocchino di 22 anni, anch'egli di Casale di Scodosia, titolare di una ditta di trattamento metalli, impresa questa che operava all'interno della prima in appalto, per aver fatto lavorare senza obbligatorio contratto un operaio marocchino che di fatto è risultato l'unico impiegato della ditta. Oltre alla sospensione dell'attività sono state elevate sanzioni amministrative per 14.740 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori in nero e irregolari sul territorio nazionale: nei guai un imprenditore

PadovaOggi è in caricamento