menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I moduli abitativi all'ex caserma Prandina (fonte: Facebook)

I moduli abitativi all'ex caserma Prandina (fonte: Facebook)

Prandina, Bitonci: "Solo donne, possiamo attendere qualche giorno per lo sgombero"

Il sindaco sull'ex caserma di via Orsini: "I pochi ospiti rimasti sono donne che non creano grossi problemi, possiamo aspettare. A settembre ci sarà l'incontro con il Demanio"

"Un discorso è avere 300-400 clandestini in giro per la città e dentro l'ex caserma Prandina, un altro è avere qualche donna che rimane in quel posto finché non sarà trovata una soluzione più idonea". A parlare è il sindaco di Padova Massimo Bitonci, in merito alla struttura di via Orsini che, nonostante l'annuncio di sgombero fatto alcune settimane fa, continua a fungere da centro di prima accoglienza per le migranti donne.

BITONCI. "I pochi ospiti rimasti sono donne che non creano grossi problemi, attendiamo qualche giorno per lo sgombero definitivo" - ha detto il primo cittadino - faccio gli auguri alla neomamma". Nessuna preoccupazione per il futuro della Prandina: "A settembre, avremo l'incontro con il Demanio per chiudere l'accordo, quindi è nell'interesse di tutte le parti che venga liberata. Se rimangono per qualche giorno in più, per queste donne che hanno bisogno, rispetto ai maschi, di qualche servizio in più, non penso che alla città dia minimamente fastidio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento