Cronaca

Due arresti e una denuncia: gli agenti della Mobile hanno catturato anche un ricercato

Tre pusher sono finiti nel mirino: il primo spacciava in zona Arcella, il secondo ha cercato di ingoiare la cocaina per nasconderla mentre si trovava in zona Savonarola. E poi la Squadra mobile ha catturato un ricercato latitante dal 2014

In una sola giornata gli agenti della Squadra mobile hanno arrestato due pusher e ne hanno denunciato un altro. Uno di questi era ricercato in tutta l’area Schengen.

I fatti

Nel pomeriggio di lunedì 12 ottobre i poliziotti controllavano in borghese l’Arcella quando hanno notato un tunisino tra piazzetta Vinicio dalla Vecchia e via Bordone. Si è avvicinato a un connazionale con circospezione e a quel punto gli agenti hanno capito che ci sarebbe stato uno scambio di droga. Fermato il pusher (che inizialmente si è finto minorenne), aveva 20 grammi di cocaina e tre involucri con stecchette di hashish, oltre a 400 euro in contanti. È stato arrestato e anche denunciato per aver fornito false generalità e per non aver lasciato il territorio a luglio come da ordine. Il tribunale lo ha condannato a 2 anni e una multa di 2.400 euro: non potrà dimorare a Padova. Nella stessa zona i poliziotti hanno catturato un 28enne tunisino ricercato dal 2014 che si nascondeva in un B&B nel quartiere. Spostandosi in zona Savonarola, i poliziotti hanno denunciato un 47enne tunisino irregolare che da via Piave si dirigeva verso via Montello in bici: alla vista degli agenti ha cercato di ingoiare tre involucri di cocaina ma è stato bloccato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due arresti e una denuncia: gli agenti della Mobile hanno catturato anche un ricercato

PadovaOggi è in caricamento