rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Cronaca Galzignano Terme

Allarme cavallette sui colli euganei Divorati orti, vigneti e frutteti

Coltivatori in seria difficoltà per il proliferare incontrollato di insetti particolarmente voraci e numerosi che nel padovano stanno attaccando orti e colture

I colli Euganei flagellati dalle "Barbitistes vicetinus", una specie di cavallette autoctone che, a causa di un’esplosione demografica nei boschi, sta invadendo massicciamente colture agrarie ma anche orti e giardini, cibandosi delle piante e infestando le zone interessate.

VIDEO: Le cavallette invadono le piante lasciandole senza foglie, il video girato durante una simile invasione degli anni scorsi

IL FENOMENO. Non è la prima volta che i coltivatori euganei si trovano alle prese con questo problema. Da alcuni anni infatti, la questione si ripropone in seguito all’azione concomitante di fattori climatici favorevoli o per l’insufficiente azione dei nemici naturali. I boschi circostanti il passo della Siesa ospitano la proliferazione di queste cavallette che negli uliveti, dopo aver divorato le foglie, attaccano anche il fiore, di cui vanno particolarmente ghiotte. Ingenti i danni anche su vigneti e frutteti dove gli insetti si assiepano una quindicina per pianta. Addirittura un ristorante si è visto costretto a chiudere il girdino estivo perchè le cavallette saltavano da un piatto all'altro. A monitorare la situazione i tecnici dell’Ente parco e l’università di Padova, che però hanno vietato l’uso di insetticidi nei boschi, per lasciare agire indisturbati i predatori naturali presenti. Ai danni provocati dalle cavallette si aggiungono quelli causati dai cinghiali, da tempo ospiti indesiderati delle colline, e incubo degli agricoltori.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme cavallette sui colli euganei Divorati orti, vigneti e frutteti

PadovaOggi è in caricamento