Cronaca

Cementeria Monselice: indagine su due incidenti avvenuti nel 2019

Due incidenti in cui sarebbero stati emessi in atmosfera “fumi e polveri dal camino principale dello stabilimento". Il pm Marco Brusegan ha anche incaricato un perito esterno per stabilire se Buzzi Unicem stia adottando tutte le misure necessarie a ridurre al minimo le emissioni

Il pm Marco Brusegan sta indagando in relazione a due fatti avvenuti nel 2019 e che riguardano la Cementeria di Monselice. Due incidenti avvenuti il 24 marzo e l’11 giugno del 2019, date in cui sarebbero stati emessi in atmosfera “fumi e polveri dal camino principale dello stabilimento – come recita l’esposto a firma della sindaca Giorgia Bedin – tenuto conto della documentazione successivamente pervenuta da Arpav (...) emerge come la dotazione del cosiddetto “elettrofiltro” abbia costituito un elemento discriminante nell’aver determinato tali emissioni e la loro ricaduta nell’ambiente esterno alla cementeria”. Lo riporta il Corriere de Veneto. 

Indagine

Il pm Marco Brusegan ha dato l’incarico di indagare ai carabinieri Forestali che acquisiranno documentazione e testimonianze dei malori accusati dalle persone che abitano a ridosso della cementeria. L’indagine era nata da un dettagliato esposto del comitato Lasciateci Respirare e della sindaca Giorgia Bedin. Il pm ha incaricato un perito esterno, super partes, per stabilire se Buzzi Unicem stia adottando tutte le misure necessarie a ridurre al minimo le emissioni. Buzzi Unicem ha fatto sapere che nel 2019 non sono mai state registrate anomalie, nemmeno dall’Arpav che ha controllato il sito più volte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cementeria Monselice: indagine su due incidenti avvenuti nel 2019

PadovaOggi è in caricamento