menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luciano Fasolo in uno dei suoi grandi viaggi

Luciano Fasolo in uno dei suoi grandi viaggi

"In moto per la vita" raccoglie i primi 5mila euro per la fondazione Salus Pueri

Il progetto di Luciano Fasolo che tra un mese lo porterà a raggiungere Capo Nord in sella alla sua Moto Guzzi d'epoca è stato presentato venerdì sera nel corso di una cena benefica che ha portato i primi fondi alla onlus che sostiene i bambini della Pediatria di Padova

"Un inizio migliore non poteva esserci: è stata una serata che mi ha dato molta energia e credo che sarà un'avventura fantastica". Parole ed entusiasmo di Luciano Fasolo, pensionato di 67 anni, che entro un mese partirà da Rovolon alla volta di Capo Nord per una scommessa benefica che ancora prima dell'inizio del viaggio ha già portato nelle casse della fondazione Salus Pueri oltre 5mila euro.

IL VIAGGIO. Cifra raccolta venerdì sera nel corso della cena benefica di presentazione del progetto "In moto per la vita", un raid benefico di 10mila chilometri da Rovolon, paese natale di Luciano Fasolo che in sella a una Moto Guzzi d'epoca (anno di immatricolazione 1983) percorrerà la distanza tra i colli euganei e il circolo polare artico in solitaria.

OSPITI. Presente all'iniziativa di venerdì sera anche il direttore del reparto di terapia intensiva neonatale professore Eugenio Baraldi. Tra gli ospiti illustri anche l'ex campione e allenatore di calcio Albertino Bigon che ha messo in palio una maglia autografata del Napoli. La famiglia Greggio ha messo in palio durante un'asta che ha animato la cena, un vassoio d'argento. Tra le quote della cena e le offerte per l'asta sono stati così raccolti oltre 5mila euro, interamente consegnati ai responsabili della fondazione.  

POLTRONA. Con questi fondi verrà acquistata una prima poltrona speciale che permette ai genitori di bambini prematuri di adagiare il proprio piccolo per alcune ore sul proprio petto. Altri verranno raccolti durante il viaggio da Luciano Fasolo, che scommetterà alcune migliaia di euro con le aziende sponsor dell'iniziativa, in caso del raggiungimento di Capo Nord nel giro di 15 giorni dalla partenza.   

OBIETTIVO. "Io non so se riuscirò a tagliare il traguardo del raid in solitaria in appena due settimane - spiega Fasolo - ho una certa età e insieme con la moto superiamo il secolo di vita. Ma l'obiettivo non è fare tutti i chilometri che ho in mente, ma raccogliere più fondi possibile per la fondazione che aiuta i bambini fragili. Il resto è un gioco".

AZIENDE. Alcune aziende si sono inoltre impegnate ad onorare una scommessa con il centauro padovano: se Fasolo riuscirà a coprire i seimila chilometri dell'andata in 15 giorni, si impegnano a versare una somma prestabilita direttamente sul conto corrente della Salus Pueri. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento