menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centri commerciali, la Corte costituzionale: si può aprire domenica

Respinto il ricorso presentato tra le altre anche dalla regione Veneto: come previsto dal decreto "Salva Italia" del governo Monti, infatti, i centri commerciali potranno tenere aperto anche la domenica. Zilio dell'Ascom: "Spero non sia un colpo di spugna per i nostri centri urbani"

Il 7° giorno non è fatto per riposare. Almeno non per tutti.

RESPINTO IL RICORSO. La Corte Costituzionale, infatti, ha bocciato il ricorso contro le aperture domenicali presentato tra le altre anche dalla regione Veneto.

LE RAGIONI DELLA REGIONE. La Regione ne faceva soprattutto una questione di legittimità, oltre che di “pericolo sociale” dato dalla impossibilità di perseguire in questo modo la salvaguardia dei centri storici e di tenere sotto controllo un possibile allarme sicurezza derivato anche dalla liberalizzazione degli orari dei locali pubblici.
 

LA RACCOLTA DI FIRME CONTRO L'APERTURA DOMENICALE

LA DECISIONE. La Corte Costituzionale ha però di fatto stabilito che tra Regione e Stato sia il secondo più potente: la questione della libera concorrenza voluta dal governo, e promossa soprattutto dall’Unione europea, è insomma più importante della scelta degli orari di apertura dei negozi di competenza delle Regioni.

CENTRI URBANI A RISCHIO. Il presidente dell’Ascom padovana Fernando Zilio commenta amaro: “E' un colpo di spugna definitivo a dieci anni di discorsi vuoti sul federalismo, spero non sia un colpo di spugna definitivo anche per il commercio dei nostri centri urbani. La responsabilità è tutta del governo Monti. Sarà uno degli argomenti che porteremo all'attenzione dei protagonisti della prossima campagna elettorale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento