menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centri estetici cinesi a Padova e provincia: blitz dei carabinieri

Controllate 22 attività, identificate 145 persone, tra cui 89 avventori e 56 lavoranti. Di questi, 12, tutti cinesi, sono risultati "in nero", e 6 con contratto "irregolare". Rintracciati anche 2 cinesi clandestini. Per 6 negozi è scattata la sospensione dell'attività

Lavoratori in nero, irregolari e clandestini sono stati "stanati" dal blitz congiunto condotto dal Comando provinciale dei carabinieri di Padova con il personale della Direzione territoriale del lavoro, ispettori dell'Inps e dell'Inail nei confronti di centri estetici gestiti da cinesi a Padova e provincia.

I NUMERI DEL BLITZ. I controlli hanno interessato 22 attività, la maggior parte in città, identificando 145 persone, tra cui 89 avventori e 56 lavoranti. Di questi, 12, tutti cittadini cinesi, sono risultati “in nero”, ovvero sprovvisti di qualsiasi forma di contrattualizzazione per prestare lavoro dipendente, 6 invece i lavoratori con contratto “irregolare”. Rintracciati anche 2 cinesi clandestini. sono poi in corso ulteriori accertamenti sulla documentazione amministrativa acquisita durante i controlli al fine di verificare la regolarità della conduzione dell’attività e della gestione dei lavoratori.

I CENTRI "IRREGOLARI". Per 6 dei 22 centri controllati è scatta la sospensione dell'attività fino alla regolarizzare delle posizioni dei lavoratori trovati all'interno: il "Centro massaggi orientali" di via Nievo 3 a Mestrino, il "Centro massaggi Stella" in via Annibale da Bassano 62 a Padova, il "Centro estetico Zhong Yi snc" in via Foscolo 10 a Padova, "Jiang Xiaohong" in piazza De Gasperi 47 a Padova, il "Mediterraneo 2" in via Vigonovese 46, sempre a Padova.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento