Arcella, massaggiatrici rapinate al centro estetico cinese e a casa

La duplice rapina mercoledì sera nel negozio "Rondine" di via Annibale da Bassano dove la titolare e 2 dipendenti sono state legate e minacciate, e nella loro abitazione in via Aspetti, dove c'era un'altra cinese in casa

Sono entrati come semplici clienti ma poi si sono rivelati per quello che erano, 3 rapinatori pronti a fare man bassa dell'incasso e di quanto in giro c'era da arraffare. È successo mercoledì sera nel centro massaggi cinese "Rondine" in via Annibale da Bassano a Padova.

DOPPIA RAPINA. La titolare e due dipendenti, minacciate con un coltello, legate con del nastro da pacchi e chiuse in uno stanzino, sono state derubate di cellulari, gioielli e soldi. Quindi i 3 malviventi, connazionali a volto scoperto, si sono fatti consegnare le chiavi di casa e si sono diretti anche nell'abitazione di via Aspetti, dove all'interno c'era un'altra cinese ospite, a sua volta minacciata e costretta a lasciarli rubare anche i soldi custoditi nell'appartamento.

REGOLAMENTO DI CONTI. Sono state le stesse derubate, una volta riuscite a liberarsi intorno alle 23, a chiamare la polizia. La pista seguita dalla squadra Mobile di Padova che sta indagando sul caso è quella di un regolamento di conti per la gestione del fiorente business dei centri massaggi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Dramma nella Bassa: si è tolto la vita Stefano Farinazzo, sindaco di Casale di Scodosia

  • Ristorante la sera, discoteca abusiva la notte: dopo il blitz stop ai balli

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento