menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Chiara Galiazzo durante la prima puntata di Sanremo 2015

Chiara Galiazzo durante la prima puntata di Sanremo 2015

Sanremo 2015, Chiara Galiazzo non delude con “Straordinario”

Applausi del pubblico e apprezzamenti dai social, la cantante padovana incassa questo primo successo. Nessun rischio di eliminazione: i voti la premiano e giovedì si esibirà alla kermesse con "Il volto della vita"

Il 10 febbraio, puntualissimi alle 21.18 Chiara Galiazzo è già sul palco dell’Ariston con la sua “Straordinario”. Parte così la prima puntata del Festival di Sanremo con la padovana in un bellissimo e azzeccatissimo long dress giallo, appariscente e per nulla banale. In forma e molto emozionata il duro compito di rompere il ghiaccio tocca proprio a lei. La canzone, il timbro e la performance della ragazza originaria da Saonara piacciono molto. I social da subito la premiano e senza indugio alla fine della prova si lascia andare a un sospiro di sollievo. Ce l’ha fatta.

I VOTI. Nella prima serata i big vengono valutati per il 50% dai giornalisti della sala stampa e per il 50% dal televoto del pubblico. Una volta sommati i voti si delinea la classifica e i quattro meno premiati rischiano l’eliminazione. Chiara per ora è salva e giovedì 12 febbraio si esibirà con la cover del 1968 di Caterina Caselli “Il volto della vita”.

CHIARA GALIAZZO A SANREMO 2015

LA PRIMA VOLTA A SANREMO PER CHIARA 

CHIARA VINCE XF6

IL TESTO DI STRAORDINARIO.
Mi chiedo spesso se tu sei
Felice come me
Se poi ti basta quello che ci unisce
Un po’ d’amore e poche regole
Mi chiedi spesso di chi sono
Quegli occhi che ci guardano
Io ti rispondo sono stelle
Ma tu non ci credi neanche un po’
Allora saliremo sopra il cielo
A piedi nudi mano nella mano
Andiamo dritti fino al paradiso
E un po’ più su
Dove tutto intorno esplode l’universo
E io che vedo solo il tuo sorriso
Che fa sembrare tutto straordinario
Come te
Se un giorno io volessi di più
Di tutto quello che già ho
Ti troverei dentro un’altra vita
Con lo stesso sguardo
Perso ma sincero
Ci siamo presi a pugni
E poi a baci fino a ridere
Le mani ci hanno fatto male
Senza volersi mai staccare
E saliremo insieme sopra il cielo
A piedi nudi mano nella mano
Andiamo dritti fino al paradiso
E un po’ più su
Dove tutto intorno esplode l’universo
E io che vedo solo il tuo sorriso
Che fa sembrare tutto straordinario
Come te
Come questi anni che sono veloci
Che stancano i volti
Mentre formano i cuori
Sono gli anni più duri
Ma dicono i migliori
E saliremo insieme sopra il cielo
A piedi nudi mano nella mano
Andiamo dritti fino al paradiso
E un po’ più su
Dove tutto intorno esplode l’universo
E io che vedo solo il tuo sorriso
Che fa sembrare tutto straordinario
Come te
Andiamo insieme fino in capo al mondo
Perdiamoci ma mano nella mano
Questo viaggio avrà un finale straordinario
Se viaggi con me
Mi chiedo spesso se tu sei
Felice come me
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento