Trovata morta in casa, l'assistente sociale in servizio a Ponso aveva solo 37 anni

Chiara Grillo abitava a Rovigo con la famiglia. Il marito si è accorto al risveglio che era spirata nel sonno

E’ stata trovata senza vita, probabilmente uccisa da un malore, una giovane mamma di tre figli, Chiara Grillo, assistente sociale di Rovigo, residente a San Bortolo, che lavorava a Ponso, nel Padovano. Come riportano i quotidiani locali, è stata trovata senza vita dai familiari, nel suo letto, verso le 8.30 del mattino di domenica 17 dicembre e nulla hanno potuto fare neppure i medici e il personale del Suem. Lascia il marito Davide Bettero, 41 anni, dirigente della Porsche, e tre figli, tutti ancora in tenera età. È stata proprio il marito, ieri mattina, a trovarla priva di vita nel suo letto. Erano le 8.30 quando i sanitari del Suem di Rovigo sono arrivati in via Abano, senza tuttavia poter far nulla: la trentasettenne era morta da tempo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA VITA.

Le mamme di San Bortolo la piangono, in quanto, oltre ad esserle amiche, le erano anche grate per il suo ruolo di catechista, oltre che di fattiva collaboratice nella pesca di beneficenza, in occasione della fiera di fine estate. Sabato mattina aveva assistito con immensa gioia alla recita natalizia di due dei tre figli, alla scuola primaria Papa Giovanni XIII. Due bambini erano iscritti alla elementare e un altro alla scuola materna. Da nove anni Chiara Grillo lavorava come assistente sociale per l'Unione dei Comuni Megliadina, tra gli ultimi incarichi Montegrotto Terme, dopo essersi classificata seconda nella graduatoria di mobilità volontaria. Nella Bassa Padovana era stata assunta nel 2008 a tempo pieno, poi a gennaio 2010 aveva chiesto la modifica del contratto in part time, in seguito alla seconda gravidanza, e poi il ritorno al tempo pieno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Sr 308, morti il 19enne alla guida dell'auto e il camionista

  • Lavoravano in nero e percepivano il reddito di cittadinanza: scoperti dalla guardia di finanza

  • Tragedia nell’Alta Padovana: malore improvviso, 16enne perde la vita

  • «Il suo reparto è in lutto con noi tutti»: infarto fatale per Elena, 39enne infermiera padovana

  • Ex seminario Tencarola venduto a società bergamasca

  • Vaccino anti-Coronavirus, pronta a partire la sperimentazione in Veneto: l'annuncio della Regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento