menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uno con troppi clienti, l'altro ancora aperto dopo le 18: doppia chiusura forzata per due bar della Bassa

Multa e cinque giorni di chiusura forzata per due bar nella Bassa Padovana per mancato rispetto delle norme di contenimento anti-Covid

Motivazioni diverse, ma conseguenze simili: multa e cinque giorni di chiusura forzata per due bar nella Bassa Padovana per mancato rispetto delle norme di contenimento anti-Covid.

Troppi clienti

Il primo locale costretto a chiudere temporaneamente i battenti è il Bar Gioia a Pozzonovo, gestito da una 35enne di origini cinesi e non nuovo a tali violazioni: la notifica da parte dei carabinieri di Tribano è arrivata nella mattinata di lunedì 22 febbraio, ma il "misfatto" risale a venerdì 19 febbraio quando intorno alle ore 17.30 i militari dell'Arma hanno trovato all'interno del bar ben 32 avventori (in numero superiore alla prevista capienza complessiva), alcuni dei quali consumavano bevande e alimenti al banco nonostante il divieto in vigore dalle ore 15.

Oltre l'orario

Il secondo locale multato e chiuso per cinque giorni è il "Caffé Presidentino" di Monselice, di proprietà di una 53enne di origini cinesi: in questo caso i carabinieri della locale stazione sono entrati nel bar dopo le ore 18 di domenica 21 febbraio, trovando avventori intenti a consumare alimenti oltre l'orario consentito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento