Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Chiusura centro formativo Bentsik, Donazzan: "I corsi hanno costi troppo elevati"

I corsi per adulti del Bentsik saranno integrati tra quelli già presenti oggi nella programmazione regionale e offerti gratuitamente alla popolazione attraverso un bando

"I corsi del Cfp Bentsik  di Padova costano circa il 25-30% in più rispetto ai costi standard regionali. Risorse che, è bene ricordarlo- si legge nel comunicato- sono  a carico della collettività dei cittadini del Veneto. Per questo la regione Veneto già nel maggio scorso ha ufficializzata la scelta, imposta anche dalla progressiva riduzione di risorse, di privilegiare la formazione rivolta ai ragazzi in obbligo formativo".

CHIUSURA DEL CENTRO.

Scelta che è stata illustrata, anche alle organizzazioni sindacali, in diversi incontri. Perché allora il centro in questione ha raccolto iscrizioni tra gli adulti sino al luglio scorso? Così la Direzione formazione e lavoro della regione Veneto replica alle polemiche apparse sulla stampa patavina a proposito della chiusura del centro di formazione Ettore Bentsik di Padova. “Il ruolo della  Regione – integra Elena Donazzan assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione - è quello di leggere i bisogni del territorio, definire le priorità, costruire strumenti di programmazione e monitorare gli esiti delle scelte compiute, soprattutto in condizioni di progressiva riduzione delle risorse disponibili. Il centro Bentsik, ha meritoriamente portato avanti la propria offerta formativa sulla base delle competenze dei quattro docenti in servizio a tempo pieno. Ma in una logica di priorità la Regione ha da anni identificato come elemento chiave la formazione rivolta all’assolvimento dell’obbligo formativo”

NUMERO ANOMALO ISCRIZIONI.

“Per questo, i corsi per adulti del Bentsik saranno integrati tra quelli già oggi presenti nella programmazione regionale – conclude l’assessore - e offerti gratuitamente alla popolazione attraverso lo strumento del bando che, tra l’altro, assicura maggiore flessibilità di contenuti partendo da quello che serve ad aziende e lavoratori,  più che dalle competenze dei singoli docenti”.  La direzione formazione e lavoro osserva poi il numero anomalo di iscrizioni dichiarate dal centro Bentsik: le 300 indicate dai rappresentanti sindacali superano il numero di tutti gli utenti che hanno fruito di servizi formativi nell’intero anno precedente. Un tentativo, forse, di fare pressione per rivedere una scelta che scontenterà qualcuno ma privilegia l’interesse generale della comunità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura centro formativo Bentsik, Donazzan: "I corsi hanno costi troppo elevati"

PadovaOggi è in caricamento