rotate-mobile
Cronaca Stanga / Via Luigi Anelli

Contrasti tra musulmani, chiude la moschea di via Anelli

Il leader dell'associazione "Rahma", costituita dodici anni fa da un gruppo di cittadini marocchini, ha deciso di consegnare le chiavi del luogo di culto. Alla base della decisione i contrasti tra un centinaio di fedeli contrari alla leadership dell'imam Abderrahim Malek

La moschea di via Anelli chiude i battenti.

RICONSEGNA CHIAVI. A riferirlo è il neoeletto imam Abderrahim Malek, leader dell'associazione marocchina "Rahma" costituita dodici anni, che a sorpresa ha riconsegnato le chiavi della struttura al Comune.

I CONTRASTI. La moschea, sorta nella sala di un ex supermercato, e nata come luogo di aggregazione si era trasformata negli ultimi tempi in fulcro di proteste e contrasti tra due gruppi di fedeli: gli uni dell’associazione marocchina Rahma, gli altri contrari alla leadership dello stesso Malek.

PASSO INDIETRO. L’unica soluzione possibile a Malek è sembrata quella di fare un passo indietro: “Sono molto amareggiato - ha spiegato intervistato dai giornalisti - ripartiremo presto, non posso ancora dire da dove, perché al momento una sede non ce l'abbiamo. Ma credo che sia importante ribadire che noi abbiamo sempre agito con la massima trasparenza ed al servizio non solo dei musulmani che vivono a Padova, ma dell'intera città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrasti tra musulmani, chiude la moschea di via Anelli

PadovaOggi è in caricamento