rotate-mobile
Cronaca Borgoricco

Cibi scaduti da mesi in vendita: blitz della polizia locale in un bar di Borgoricco

Il titolare rischia una multa di mille euro, i prodotti avariati sono stati sequestrati

Salami, succhi di frutta, biscotti, prodotti sott'olio, panna spray: tutti scaduti da mesi. I prodotti avariati sono stati scoperti in un bar di una frazione di Borgoricco dagli agenti della polizia locale della Federazione dei Comuni del Camposampierese.

CIBI SCADUTI IN VENDITA. A Borgoricco, la settimana scorsa, durante il controllo di un bar, gli agenti hanno trovato esposte in vendita diverse confezioni di biscotti scadute nel 2016. Nella vetrina dove erano riposti i prodotti destinati alla preparazione di panini e tramezzini, c'erano salami e prodotti sott'olio scaduti lo scorso dicembre. In frigo, ancora, succhi di frutta e succhi di arance scaduti a gennaio. Tutti gli articoli sono stati ritirati per evitarne il consumo al pubblico ed ora il titolare, un 60enne del posto, rischia di dover pagare mille euro di multa.

CONTROLLI A TAPPETO. Da gennaio sono state già una ventina le verifiche effettuate della squadra vigilanza attività produttive negli esercizi pubblici, nei negozi, nei centri estetici, nei centri commerciali e nelle attività artigianali presenti sul territorio padovano. Nel corso del 2016 gli agenti hanno portato a termine oltre cento controlli. L'importante attività, fortemente voluta dal comandante Walter Marcato, ha l'obiettivo di garantire una corretta concorrenza tra gli operatori commerciali, a tutela di consumatori e commercianti onesti.

MULTE PER IRREGOLARITÀ. A San Giorgio delle Pertiche un bar è stato multato perché non in regola con la registrazione sanitaria obbligatoria. Il titolare, benché avvisato dagli uffici competenti di alcune irregolarità nella presentazione della documentazione necessaria per aprire la nuova attività, non si era attivato per risolvere le problematiche emerse. Dopo aver aspettato qualche settimana invano per la regolarizzazione del locale, è scattato così il controllo da parte della polizia locale. Il titolare si è giustificato dichiarando che c'era stato un malinteso tra il commercialista e gli uffici preposti, a causa della complessità della documentazione da presentare. Dopo il controllo della polizia, il bar ha provveduto a presentare immediatamente la documentazione richiesta.

BILANCIA FUORI LEGGE. A Borgoricco, a gennaio, è stato invece multato un commerciante ambulante di prodotti agricoli. L'uomo vendeva frutta, in particolare arance, ad un prezzo “a cassetta”, senza però specificare il prezzo al chilogrammo, come prevede la normativa. Inoltre la bilancia, che in questo modo il commerciante non utilizzava, non risultava verificata dall'ufficio metrico. Per l'uomo, di origini siciliane, è scattata una multa di 200 euro.

PREZZI CAPOGIRO. A seguito di una segnalazione di un privato cittadino, gli agenti hanno controllato un bar di un centro commerciale del Camposampierese. Il cittadino si era lamentato perchè si era reso conto di aver pagato due frittelle quasi 70 euro al chilogrammo. Gli agenti hanno verificato che il prezzo “al pezzo” delle frittelle era però regolarmente indicato nel listino nel bar. La Camera di Commercio di Padova prevede che i prodotti di pasticceria freschi possano essere venduti anche al pezzo e non solo al chilogrammo, pertanto il comportamento del pubblico esercizio alla fine è risultato regolare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cibi scaduti da mesi in vendita: blitz della polizia locale in un bar di Borgoricco

PadovaOggi è in caricamento