rotate-mobile
Cronaca Ospedaletto Euganeo

La caccia ai cinghiali provoca la guerra tra ambientalisti e Provincia

Apparsi striscioni contro la decisione di posizionare altane. Gottardo denuncia l'assalto ai chiusini

Che i cinghiali stiano distruggendo raccolti e che ormai passeggino tra le case dei Colli è un fatto. La risposta della Provincia è quella più semplice e immaginabile: la caccia. Altrettanto immaginabile è la reazione degli animalisti, che ieri hanno appeso degli striscioni contro la politica anti-cinghiali della Provincia. Provincia da cui però arriva un'altra accusa: «Hanno danneggiato quattro chiusini disseminati in zona per catturare gli animali». «Gli striscioni sono nostri, ma i chiusini non li abbiamo distrutti noi», ribattono subito i 100%animalisti. La firma è infatti di Alf, Animal Liberation Front. Ad Ospedaletto Euganeo, nell'area a protezione speciale Le Vallette, da anni vive una comunità di cinghiali, usciti molto probabilmente dall'area del Parco Colli per cercare cibo e acqua. Nel tempo però sono diventati i principali nemici degli agricoltori. La Provincia ha deciso di intervenire con una campagna di abbattimenti tra Este e Ospedaletto Euganeo e l'installazione di una decina di altane da cui abbattere gli animali, oltre ad un perimetro di rete elettrificata.