menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cinque delegazioni africane all'Unipd: consegna dei diplomi di laurea magistrale

Si consolida e si allarga così l’impegno dell’Università di Padova e del suo dipartimento di ingegneria in Africa. Un impegno culminato con la consegna dei diplomi di laurea magistrale per studenti africani che si è svolta nel 2016 a Yaoundé in Camerun

Un tocco d’Africa a Padova. Quattro delegazioni camerunesi e una senegalese sono state ospitate quattro giorni dal Dicea, il Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale dell’ateneo patavino. Si consolida e si allarga così l’impegno dell’Università di Padova e del suo dipartimento di ingegneria in Africa. Un impegno culminato con la consegna dei diplomi di laurea magistrale per studenti africani che si è svolta nel 2016 a Yaoundé in Camerun alla presenza del presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella e del rettore Unipd Rosario Rizzuto. 

LA COLLABORAZIONE

"Continua la collaborazione frutto dell’esperienza del nostro Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale – ricorda il rettore Rizzuto -. Un lavoro che ci rende orgogliosi e che ha visto, fra i tanti momenti positivi, anche la consegna dei primi diplomi da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Ora vogliamo espandere un progetto che ci rende sempre più internazionali, continuando a seguire il modello innovativo che ha visto i nostri docenti andare in Africa per rendere concreta ed efficace la formazione. Un progetto al quale va il plauso dell’Ateneo". 

L'OFFERTA FORMATIVA

Il professor Carmelo Maiorana spiega: «Come Dipartimento ICEA, siamo presenti in Camerun dal 2010 erogando corsi di laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria Ambientale in collaborazione con l’Ecole Nationale Supérieure des Travaux Publics. Con questo progetto europeo, abbiamo acquisito esperienza nella realizzazione di percorsi di studio post-laurea in settori chiave per lo sviluppo del continente africano. Incoraggiati dai Capi di Stato italiano e camerunense, e sostenuti dal nostro Ateneo, vogliamo adesso espandere il raggio della nostra cooperazione continuando a sostenere l’offerta formativa dei nostri partner con l’avvio di nuove formazioni di 2° e 3° ciclo in ingegneria civile, ambientale e edile, con il sostegno del corpo docente locale attraverso la mobilità di docenti padovani, o ancora con l’accompagnamento alla professionalizzazione delle formazioni locali attraverso il coinvolgimento di imprese, enti locali e associazioni del territorio. Saremo anche felici che nuovi canali di cooperazione possano aprirsi e coinvolgere altri Dipartimenti come quello di Medicina».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento