menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cittadella, furti nel padovano e vicentino: il bottino in una villa abbandonata

I carabinieri hanno rinvenuto nel fine settimana circa 20 mila euro di refurtiva. Si tratta di un'autovettura e apparecchiature da ufficio. I militari hanno eseguito tre arresti e un fermo

r-ahmed h-florin-ciprian

Per evitare che lo spopolamento dei centri abitati legato al periodo vacanziero si traduca in una zona franca per malviventi in cerca di facili saccheggi, i carabinieri della compagnia di Cittadella hanno approfittato del fine settimana per battere a tappetto anche i ruderi e i casolari della zona.

L'interesse è ricaduto su una villa abbandonata lungo via Postumia. Entrati all'interno, i militari hanno rilevato che i locali erano stati attrezzati da quattro extracomunitari come alloggio – con tanto di allacciamento abusivo alla corrente elettrica - e pure come magazzino per materiale provento di furto.
 
Tra la refurtiva è stato infatti possibile rinvenire apparecchiature da ufficio - tra cui monitor lcd, plastificatore, computer e altri oggetti - tutti riconducibili ai “colpi” perpetrati ai danni di un’azienda di Rosà, nel vicentino, il 6 luglio scorso e di un’altra a Santa Giustina in Colle, sabato scorso.
 
Non solo, durante la perquisizione, ai carabinieri non è sfuggita anche la chiave di una Fiat Panda, rinvenuta parcheggiata poco distante dalla villa e risultata oggetto di un furto commesso lo stesso 6 luglio a Rosà.
 
Tra gli altri oggetti trovati, anche attrezzi solitamente utilizzati per lo scasso, come tenaglie, martelli, cacciaviti e una bomboletta di azoto liquido, elementi che hanno quindi consentito di sottoporli a fermo di indiziato di delitto per il reato di ricettazione ma anche per quello di furto di energia elettrica pubblica.
 
Il valore complessivo della refurtiva rinvenuta è di circa 20 mila euro. Nel bilancio dell'operazione, due i romeni e un marocchino - tutti in Italia senza fissa dimora - sottoposti a fermo per furto e ricettazione. Si tratta di Florin Ciprian H., 33 anni; Gheorghita Nelu M., 28 anni; Ahmed R., 42 anni. Più una denuncia a piede libero di un quarto romeno, I. R., 36enne, residente a Fontaniva.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento