menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cittadella, ristoratore-ricettatore acquistava carne, pesce e liquori rubati

È un padovano il principale acquirente della merce saccheggiata in depositi alimentari nelle province di Belluno, Venezia, Udine e Gorizia. I carabinieri hanno arrestato stamattina tre operai edili ritenuti gli autori dei furti

Saccheggiavano depositi di prodotti alimentari in tutto il nord Italia tre cittadini moldavi raggiunti dalle misure cautelari firmate dal gip di Belluno Aldo Giancotti, su richiesta del pm Roberta Gallego. La merce finiva poi a un ristoratore padovano. Le indagini dei carabinieri hanno infatti consentito di individuare il principale ricettatore delle merci, gestore di un ristorante della zona di Cittadella.

Oggi i carabinieri di Feltre, in collaborazione con il commissariato di Monfalcone, della squadra mobile di Gorizia e delle capitanerie di porto di Monfalcone e Chioggia, hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere e notificato un provvedimento di obbligo di dimora a Rovigo, Camposampiero e Loreggia.
 
Di giorno diligenti operai nel settore edile, di notte si trasformavano in predoni. A Santa Giustina Bellunese gli indagati avevano colpito per due volte di seguito lo stesso deposito di liquori. Gli altri colpi accertati in provincia di Udine, Gorizia, Venezia e Pistoia. I saccheggi compiuti dai tre indagati, tra marzo e ottobre dell'anno scorso, hanno interessato principalmente depositi di carni o di pesce ed erano preceduti da accurati sopralluoghi per eludere i sistemi dell'allarme. La merce trafugata veniva caricata sugli autocarri delle stesse aziende, ritrovati abbandonati sempre nella zona del Padovano
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento