menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conta dei danni da maltempo: distrutte alcune strutture della Bassa, problemi ai frutteti

Coldiretti: A Bovolenta messi in salvo i cavalli di un allevamento scoperchiato dalle raffiche. Condifesa Padova: grandine nei vigneti fra Conselve e Monselice

E’ stato soprattutto il vento forte, accompagnato da un’abbondante precipitazione, a lasciare il segno nelle campagne padovane. L’ondata di maltempo che si abbattuta in tutta la provincia nella serata di domenica ha danneggiato alcune strutture agricole come stalle, impianti per la protezione di frutteti con reti antigrandine stappate dal vento, ricoveri attrezzi e tetti di annessi rustici. Qualche isolata grandinata ha interessato alcune zone circoscritte della bassa padovana, fra Monselice e Conselve, mentre l’acqua caduta in abbondanza ha provocato degli allagamenti in campagna tra le coltivazioni anche nell’alta padovana, in particolare nel Destra Brenta tra Carmignano, Fontaniva e San Pietro in Gu. Lo rendono noto Coldiretti Padova e Condifesa Padova che in queste ore stanno raccogliendo le segnalazioni degli agricoltori per la predisposizione della documentazione necessaria per l’assicurazione e ogni altro strumento di risarcimento che verrà individuato nei prossimi giorni.

Cavalli salvati

A sud di Padova, a Bovolenta, le forti raffiche di vento hanno scoperchiato i ricoveri dei cavalli allevati nell’azienda “Va Oltre”, lungo il corso del Bacchiglione. Valentina Galesso, titolare della fattoria didattica nonché responsabile delle donne imprenditrici di Coldiretti Padova, racconta che è stato necessario l’intervento della protezione civile comunale per liberare l’ingresso bloccato dagli alberi schiantati dal vento. «Siamo stati colpiti da una tromba d’aria che ha scoperchiato i nuovi ricoveri per i cavalli e abbattuto la recinzione – racconta Galesso – anzitutto abbiamo pensato a mettere in salvo i cavalli allevati nella nostra azienda, fra cui una fattrice con il puledrino. Il tetto del ricovero è stato letteralmente spazzato via per alcuni metri. Ora penseremo a sistemare tutto al più presto. Abbiamo aperto da poco e in queste settimane stiamo proponendo diverse attività con i cavalli, rivolte anche ai bambini. Già oggi abbiamo ripreso regolarmente i centri estivi che proseguiranno fino alla metà di settembre». Nei vigneti e nelle coltivazioni in alcune aree circoscritte tra Monselice e Conselve è caduta anche della grandine, come segnala il Condifesa Padova, il consorzio che si occupa della gestione delle assicurazioni agevolate per le attività e le colture agricole, unica forma di tutela dalle conseguenze delle avversità atmosferiche. «Sono stati colpiti principalmente vigneti con prodotto in raccolta – spiega Ettore Menozzi Piacentini, presidente di Condifesa Padova – In questa fase oltre al danno quantitativo, vale a dire la mancata resa produttiva, viene valutata e riconosciuta la perdita di qualità dell’uva in base alla lettura del danno da percossa sul grappolo o in base a tabelle che determinano la qualità in modo convenzionale. Altri prodotti colpiti sono soia, orticole e frutticole, in particolare mele e pere».

Arpav

In Veneto nel pomeriggio di domenica 23 agosto temporali molto intensi con grandinate, forti rovesci e forti raffiche di vento. Interessato soprattutto il Veronese, il Vicentino e parte del Padovano. Registrati diversi nubifragi con massimi di precipitazione intorno ai 20mm in 5minuti, 30mm/10min, 40mm/15min e 60mm/30min, valori record per alcune località e tra i più intensi registrati in Veneto negli ultimi 30 anni. Raffiche di vento fino a 100 chilometri orari nella città di Verona. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento