rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Colli Euganei, controlli a tappeto contro il bracconaggio

Sedici pattuglie e una cinquantina di agenti hanno setacciato nei giorni scorsi le colline euganee con l'obiettivo di scovare i cacciatori di frodo dei cinghiali: durante i controlli sequestrato diverso materiale illegale

Sedici pattuglie e una cinquantina di uomini hanno dato vita nei giorni scorsi ad una vera e propria task force contro il bracconaggio.

I CONTROLLI. Gli agenti coordinati dalla polizia provinciale hanno setacciato km e km di territorio dei colli Euganei trovando anche diverso materiale idoneo alla cattura dei cinghiali: una gabbia e due lacci di acciaio ancorati agli alberi opportunamente predisposti per la cattura della fauna selvatica.

"SEGNALE FORTE". L’assessore alla Polizia Provinciale Enrico Pavanetto sottolinea il lavoro della task force: “Abbiamo voluto dare un segnale forte di contrasto al fenomeno del bracconaggio sui cinghiali. Ricordo che l’attività di caccia, come pure l’introduzione di armi all’interno del territorio dell’Ente Parco Regionale dei Colli Euganei, è un reato”.

ALTRI CONTROLLI IN FUTURO. Altri saranno i controlli a tappeto in previsione per il futuro perché “l’obiettivo della maxi operazione è stato quello di scoraggiare il perpetrarsi di fatti illeciti, incrementare la presenza delle pattuglie nel delicato territorio del Parco Colli e reprimere i comportamenti in violazione delle normative”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colli Euganei, controlli a tappeto contro il bracconaggio

PadovaOggi è in caricamento