rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Trovati i colpevoli della rapina al tassista: lo avevano stordito con un taser

Si tratta di un 38enne con precedenti per rapina e furto in abitazione e di una 17enne. I due avevano rubato il cellulare a un tassista dopo averlo stordito con ripetute scariche elettriche

La Squadra mobile ha individuato le due persone che hanno rapinato un taxista, utilizzando un taser.

I responsabili

Gli agenti hanno individuato i due responsabili nella giornata di lunedì 14 dicembre. Sono un 38enne con precedenti per rapina e furto in abitazione e una 17enne, entrambi romeni residenti a Marghera (Venezia). La giovane si trova in carcere, come disposto dal tribunale per i minori di Venezia perché indiziata di rapina aggravata e porto illegale d’arma.

Il colpo

Era la notte del 3 ottobre quando i due sono saliti a bordo del taxi di un 58enne. La 17enne ha afferrato la vittima per i capelli, lo ha tratto a sé e lo ha colpito alla schiena con le scariche elettriche di un taser. Ma il tassista ha opposto resistenza così la ragazza ha dato altre scariche al volto, mentre il complice lo prendeva a pugni. I due hanno poi rubato il cellulare della vittima e sono scappati. Gli agenti della Mobile hanno raccolto la testimonianza del tassista e di un testimone, oltre a visionare il filmato della telecamera interna al veicolo. Durante le perquisizioni i poliziotti hanno trovato il dissuasore elettrico (lo stesso modello utilizzato durante la rapina) e un giubbotto compatibile con quello indossato dal rapinatore quella sera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovati i colpevoli della rapina al tassista: lo avevano stordito con un taser

PadovaOggi è in caricamento