menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cerimonia davanti alla lapide in via Stoppato. A destra, l'omaggio floreale

La cerimonia davanti alla lapide in via Stoppato. A destra, l'omaggio floreale

A ventitré anni dalla morte la polizia ricorda Marco Nardo, vittima del dovere

Un'intensa commemorazione ha ricordato l'assistente della polizia di stato, morto dopo essere stato investito da un'auto in via Stoppato mentre inseguiva uno scippatore

Come da tradizione si è svolta lunedì mattina davanti alla lapide in via Stoppato la cerimonia di ricordo, presieduta dal questore Paolo Fassari alla presenza dei familiari e della vedova Nardo.

La commemorazione

Anche quest'anno, il ventitreesimo, la polizia di Stato padovana ha reso omaggio a Marco Nardo, assistente poliziotto rimasto ucciso il 25 novembre 1996 in un tragico incidente stradale mentre inseguiva uno scippatore. Quella mattina Nardo stava raggiungendo la questura per iniziare il turno nella Squadra volante, quando lungo via Stoppato ha assistito a uno scippo ai danni di un’anziana. Senza esitare ha fermato l'auto e si è lanciato a piedi all'inseguimento del ladro. Il traffico  in prossimità di via Facciolati era intenso e, attraversando di corsa, l'agente è stato travolto da un veicolo morendo poco dopo. La cerimonia ha visto al cospetto della targa commemorativa anche i rappresentanti sindacali della polizia e i colleghi poliziotti inisieme ai funzionari della questura, stretti attorno ai parenti della vittima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento