menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commercio abusivo e irregolare, 5mila articoli da distruggere all'inceneritore

La merce finirà nell'impianto di smaltimento rifiuti di Padova a San Lazzaro. Si tratta di prodotti abbandonati volontariamente dagli ambulanti non in regola o sequestrati perché non conformi alle norme sulla sicurezza

Finiscono “in fumo”, nell'inceneritore di San Lazzaro, i 5mila prodotti irregolari oggetto dei sequestri operati negli ultimi anni dalla polizia municipale di Padova.

LA MERCE. Custoditi fino a ieri nel comando di via Gozzi, si tratta di circa 3 mila oggetti recuperati dagli agenti tra ottobre 2009 e giugno 2010, nell'ambito di servizi organizzati per il contrasto al commercio abusivo dopo essere stati volontariamente abbandonati dai venditori in situazioni di possibile illecito. Gli altri 2 mila prodotti invece erano stati sottoposti a sequestro amministrativo durante i controlli effettuati in attività commerciali su area pubblica o privata per irregolarità varie riferite alla normativa a tutela della sicurezza del consumatore (etichettatura, marchio CE).


COSA PREVEDE LA NORMATIVA. La distruzione della merce abbandonata e rinvenuta viene eseguita a conclusione di un iter previsto dal codice civile, in base al quale, trascorso più di un anno dalla pubblicazione all'albo pretorio di un elenco di prodotti rinvenuti, questi vengono acquisiti in proprietà dal Comune; per quanto riguarda invece la merce sequestrata è necessaria l'emanazione di un'ordinanza-ingiunzione che ne disponga la confisca e la distruzione. Nei magazzini della polizia municipale sono ancora custoditi migliaia di prodotti irregolari, in attesa di essere avviati a loro volta alla distruzione dopo l'espletamento delle procedure previste dalle norme vigenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento