menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune di Padova impegnato nella progettazione di nuovi servizi digitali

Entra nella seconda fase il progetto MyPortal3-Diritti Digitali, uno degli elementi principali della piattaforma MYSIC, il Sistema Informativo del Cittadino

.
La piattaforma è inserita all'interno del piano ADVeneto2020 di cui la Regione Veneto sta completando lo sviluppo e che comprende oltre a MyPortal3 gli applicativi MyPay (per i pagamenti telematici interconnesso con PagoPA), MyPivot (per la rendicontazione dei pagamenti per l'Ente locale), MyID (per la gestione dell'identità digitale interconnesso a SPID), MYIntranet (per la gestione dei procedimenti rivolto agli operatori dell'ente) e MyPA (per l'erogazione dei servizi rivolto ai cittadino).

Obiettivo

L'obiettivo del piano ADVeneto2020 é quello di mettere a disposizione degli enti locali del Veneto nuovi strumenti condivisi che non solo offrano nuovi servizi digitali omogenei e standardizzati ai cittadini, ma che siano anche uno strumento per il ripensamento dei modelli di gestione e di erogazione.
Il Comune di Padova è in prima fila nello sviluppo del progetto MyPortal3-Diritti digitali. Seguendo le indicazioni del Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione, la Regione del Veneto ha coinvolto un team di esperti che, con la supervisione dell’Agenzia per l’Italia Digitale e il Team Digitale, intraprenderanno un percorso di progettazione incentrata sugli utenti, per rendere la fruizione dei servizi pubblici digitali più efficienti ed usabili.

Comuni

Sono coinvolti in una prima fase sperimentale di Service Design oltre a Padova i quattro comuni di Thiene, Bassano del Grappa, Legnago e San Donà Di Piave chiamati a definire e riprogettare i primi dieci servizi digitali “prioritari” destinati ai cittadini.
L’approccio scelto, per condurre la prima fase di analisi, è stato quello della ricerca etnografica. L’obiettivo della ricerca è stato quello di comprendere abitudini, bisogni e necessità dei cittadini per identificare le loro priorità in termini di servizi, mappando di questi specificità locali, punti di debolezza e opportunità di sviluppo. La prima fase del progetto é terminata e sono in definizione con il gruppo di lavoro i dieci servizi prioritari.

AGID

Il Comune di Padova ha valutato di adottare queste nuove piattaforme applicative come corretta evoluzione dell'attuale infrastruttura esistente nell'ente per la gestione delle istanze online. L'evoluzione rispetto alla attuale piattaforma é legata non solo ad elementi tecnico-informatici innovativi e aggiornati, ma anche all'allineamento alle nuove linee di sviluppo proposte da AGID (Agenzia per l'Italia Digitale) e alla necessità di aderire ad una logica di standardizzazione delle modalità di erogazione dei servizi verso il cittadino.
Queste piattorme costituiranno anche il punto di riferimento per il Progetto MYCity, progetto POR-FESR finanziato con quattro milioni di euro a cui il Comune di Padova partecipa come unità urbana in collaborazione con i comuni di Montebelluna, Treviso, Verona e Vicenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento