menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Seminarono il panico a suon di rapine, condanne per 39 anni a sei malviventi

Il basista della banda, autrice di quattro colpi nel 2015, era un imprenditore padovano

In tutto quattro colpi: due erano falliti, mentre altrettanti erano andati a buon segno, fruttando ben 300.000 euro alla banda. Arrestata, però, nel maggio del 2017. E ora punita: come riporta “Il Mattino di Padova”, infatti, il Gip ha condannato sei dei sette imputati per un totale di quasi 39 anni.

LE CONDANNE

La gang, formata da chioggiotti e siciliani trasferiti nel nostro territorio, aveva messo sotto scacco il Nordest tra il 30 settembre e il 27 novembre 2015. I sei condannati, tuttavia, sono stati tutti assolti dal reato di associazione per delinquere finalizzata alle rapine perché il fatto non sussiste. La pena maggiore è stata comminata a F.G., pregiudicato catanese 26enne già detenuto per un omicidio e condannato ora a nove anni. Le altre pene sono state invece così divise: sette anni per M.D.M., imprenditore padovano di 53 anni; 6 anni e 9 mesi per A.G., 47enne chioggiotto; 6 anni e 8 mesi per F.S., 32 anni; 5 anni e 4 mesi per S.V., 51 anni; 4 anni e 2 mesi per A.D.M, 28 anni. Il Pubblico Ministero aveva invece chiesto condanne per 46 anni e 8 mesi.

LA BANDA

I militari, incrociando controlli e testimonianze, avevano ricostruito i ruoli dell'organizzazione. L'imprenditore padovano era il basista della banda, ovvero colui che si occupava di organizzare i colpi. Il 47enne chioggiotto si occupava invece della logistica, mentre il pregiudicato condannato a nove anni reclutava i rapinatori "trasfertisti" da Catania verso il Veneto e l'Emilia Romagna. Nel corso dell'indagine erano stati sequestrati conti correnti, auto e alcune cassette di sicurezza. Il gruppo era specializzato in rapine in banca con il taglierino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento