Consegnate le borse di studio "amici opv" a tre giovanissimi musicisti veneti da tre imprenditori

Consegnate ieri al Pollini le borse di studio "Amici OPV" a tre giovanissimi musicisti veneti da tre imprenditori.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Nell'ambito del progetto "borse di studio Amici OPV" ideato dalla Associazione Amici Orchestra di Padova e del Veneto, volto a sostenere la formazione di giovani musicisti del veneto, dopo un bando di concorso, ha selezionato tre giovani musicisti ai quali è stata consegnato da tre imprenditori padovani la borsa di studio di duemila euro..

"Tre mosche bianche nel padovano - ha sottolineato Giampietro Battaglia, vicepresidente dell'associazione Amici Opv - la colpa è anche nostra, perché dobbiamo fare di più per abbattere questo muro di indifferenza verso la musica, cibo per l'anima. Ci sono, è vero, problemi legati alla crisi e fiscali che non li incoraggiano, ma gli imprenditori devono capire che investire nella musica e nei giovani è fondamentale per l'avvenire di tutta la nostra società».

I tre giovani strumentisti suoneranno nell'Opv nei prossimi concerti in stagione e non, per un totale di una trentina di giornate lavorative.

Nella foto dall'alto i musicisti con gli imprenditori:
Francesca Pretto di Valdagno ed Enrico Toffano,
Tiziana Lafuenti di Cadoneghe e Cesare Bötner Picecco,
Kálmán Tabányi di Budapest e Manuela de' Stefani .

Torna su
PadovaOggi è in caricamento