Cronaca

"Cacciati perché veneti", il sindaco di Amalfi risponde ai consiglieri

I due politici padovani di Galliera Veneta e Cittadella, Luigi Sabatino e Paolo Bianco, avevano scritto al primo cittadino della località salernitana: "Tre vigili ci hanno detto che non eravamo bene accetti"

Amalfi

Mandati via perché veneti. Nei giorni scorsi, i consiglieri comunali di Galliera Veneta e Cittadella, Luigi Sabatino e Paolo Bianco, avevano scritto una lettera al sindaco di Amalfi Daniele Milano, raccontando uno spiacevole episodio accaduto loro nella cittadina salernitana da lui amministrata. Stando al racconto dei due politici, durante una vacanza nella località turistica, tre vigili urbani li avrebbero allontanati in malo modo, con frasi come: "Quelli del nord non sono ben accetti".

IL SINDACO DI AMALFI. Immediata la risposta del primo cittadino di Amalfi: "Ieri - si legge sul social network - ho attivato le procedure per le verifiche del caso al comando di polizia municipale. Credo sia opportuno ascoltare tutte le campane in questione: la tradizione di accoglienza di Amalfi è riconosciuta a livello internazionale, ogni anno ospitiamo centinaia di migliaia di visitatori ed episodi del genere non sono mai accaduti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cacciati perché veneti", il sindaco di Amalfi risponde ai consiglieri

PadovaOggi è in caricamento