Cronaca

Secondo contagiato da coronavirus in Ateneo: anche negli altri cluster ci sono nuovi casi

Salgono a due i dipendenti che lavorano a Palazzo Storione colpiti dal virus: il giro di tamponi è terminato nella mattinata. Nel frattempo negli altri focolai di città e provincia si registrano lievi aumenti

Un nuovo caso di positività si aggiunge al paziente 1 di Palazzo Storione, l’edificio che ospita gli uffici dell’amministrazione del Bo. Restano stabili i contagi riscontrati in altri focolai, con lievi variazioni.

Il Bo

I tamponi ai dipendenti dell’Ateneo patavino sono terminati alle 12 di venerdì 24 luglio. Per ora si riscontra un solo nuovo caso dopo quello del paziente 1 che ha fatto partire l’allarme. Si tratta di due dipendenti dell’università e non versano in gravi condizioni. Al momento non si teme la nascita di un focolaio perché all’interno di Palazzo Storione lavorano circa 200 persone, la maggior parte delle quali in smart working, quindi si sarebbero dovuti registrare molti più contagi. L’edificio è stato sanificato non appena arrivata la notizia del primo positivo ed è regolarmente aperto al pubblico.

Gli altri focolai

Resta stabile la situazione alla tipografia Clesp di Padova che conta 11 persone positive e 7 casi secondari, così come al magazzino Sda di Limena, dove ci sono 31 contagiati. Al Maap, invece, si registra un caso secondario in più rispetto alla giornata precedente (11 casi e altri 3 secondari) mentre per il cluster creatosi al funerale della comunità camerunense si parla di 4 casi in più, facendo salire il conto totale a 31 contagi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Secondo contagiato da coronavirus in Ateneo: anche negli altri cluster ci sono nuovi casi

PadovaOggi è in caricamento