Nuovi controlli all'Amusement Park: «Non devono esistere zone franche»

Afferma l'assessore Micalizzi: «Abbiamo chiuso i due cancelli di ingresso blindandoli, in modo tale da consentire l'accesso solo al personale autorizzato dal custode del parco e agli agenti della locale che presidiano l’area»

Nel corso dell’anno sono stati numerosi gli interventi effettuati dalla polizia locale all'ex Amusement Park di via Fogazzaro ad Albignasego: gli agenti dei reparti polizia giudiziaria e pronto Intervento, in modo sinergico e coordinato con la polizia locale dell'Unione Pratriarcati collocata in zona strategica al confine tra i Comuni di Padova e Albignasego, hanno più volte perlustrato l’area e l’intero edificio al suo interno per accertare l'eventuale presenza di bivacchi o di persone dedite ad attività sospette.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Amusement Park

A tal proposito il Comando informa che dal report dei sopralluoghi effettuati all’Amusement nelle ultime due settimane - l’ultimo dei quali venerdì 10 luglio - gli agenti hanno registrato in un solo caso la presenza di una persona senza fissa dimora che aveva trascorso la notte all'interno di uno dei fabbricati. Afferma Andrea Micalizzi, assessore ai lavori pubblici del Comune di Padova: «Rimane sempre alta la nostra attenzione alla delicata situazione della zona per garantire sicurezza e tranquillità ai residenti e per scongiurare la presenza di situazioni di pericolo o di degrado. Non devono esistere zone franche e non esistono zone di confine. L'Amministrazione è presente e a fianco dei cittadini. Questo è l'impegno che ho preso con i residenti alcune settimane fa quando li ho incontrati di persona e questo è quanto stiamo facendo con determinazione. Il procedimento di esecuzione giudiziaria in atto ci consente di effettuare controlli capillari in accordo con il Custode Giudiziario, una collaborazione concreta che ci ha consentito, proprio nei giorni scorsi, di chiudere i due cancelli di ingresso blindandoli in modo tale da consentire l'accesso solo al personale autorizzato dal custode del parco e agli agenti della locale che presidiano l’area. Eventuali trasgressioni avranno conseguenze penali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento