menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli agenti della Polstrada impegnati nei controlli

Gli agenti della Polstrada impegnati nei controlli

Occhi puntati sul trasporto merci pericolose: un camion su due non è in regola

Dei diciotto mezzi pesanti incappati nei controlli della polizia stradale, la metà presentava irregolarità nelle norme di trasporto di carburanti e sostanze chimiche

Sono trentotto le violazioni contestate dagli agenti del Compartimento polizia stradale del Veneto ai conducenti di veicoli commerciali adibiti al trasporto di merci considerate a rischio. La task force ha visto in campo diverse pattuglie lungo le autostrade nei tratti padovani. Il bilancio è di tre fermi amministrativi, un certificato di qualificazione dell'autista ritirato e una patente sospesa.

I controlli

Obiettivo delle verifiche erano sia il rispetto della normativa A.D.R. (European Agreement concerning the international carriage of Dangerouse good by Road) che regola gli spostamenti di carburanti e sostanze chimiche su strada, sia il controllo delle condizioni psicofisiche degli autisti. Gli agenti si sono concentrati su diversi tipi di irregolarità molto frequenti: l'imballaggio dei materiali, il modo in cui il carico viene fissato a bordo, la presenza dei corretti contrassegni e il rispetto delle quantità di merce trasportata.

Raffica di irregolarità

Di diciotto veicoli fermati otto presentavano targa straniera (sei europea e due extracomunitaria). A colpire è il fatto che la metà risultasse non in regola, talvolta anche per diversi motivi dal momento che le contravvenzioni sono state trentotto. La maggior parte ha riguardato problemi alle cisterne per il trasporto del carburante, ma anche la mancanza delle corrette indicazioni su cosa i veicoli avessero caricato a bordo. Stangate anche per chi non aveva sistemato adeguatamente il carico, mettendo a rischio l'incolumità degli altri utenti della strada. Oltre alle multe si sono registrati i fermi amministrativi di tre camion, ma anche la sospensione di una patente e il ritiro di un certificato di qualificazione del conducente, risultato scaduto. Inoltre è stato scoperto un trasporto abusivo di gasolio a bordo di un tir che da Verona era diretto in Slovenia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento