menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli a raffica e pioggia di sanzioni: dal pusher dei negozi agli ubriachi da record

Che sia stato un servizio eccezionale lo dimostrano i numeri: 120 carabinieri in campo e 800 persone controllate. Il bilancio è di un arresto, sette denunce e due segnalazioni

Veicoli, negozi, strade e aree residenziali, tutto il territorio della provincia è stato battuto a tappeto tra venerdì e domenica.

Verifiche a tutto tondo

Un'operazione massiva, realizzata dai carabinieri delle cinque compagnie del comando provinciale. L'occasione era il ponte dell'Immacolata, che apre al periodo natalizio e per tre giorni ha visto i militari impegnati a controllare sia i luoghi di grande affollamento (centri commerciali, centri cittadini), sia le abitazioni che, lasciate vuote per ore, diventano facile preda dei ladri. Occhi puntati anche sulle auto incustodite nei parcheggi e, come di consueto, sul rispetto del codice della strada con quasi 500 veicoli fermati.

Inseguimento tra i binari

I risultati maggiori si sono avuti nel capoluogo, teatro dell'unico arresto. A finire in manette è il 39enne algerino Fati Bechir, avvistato fuori dai locali di piazzale Stazione dove cercava di vendere hashish, marijuana e metadone ai clienti. Quando ha incrociato lo sguardo dei militari del Norm ha cercato di scappare dentro lo scalo ferroviario, ma lungo la rampa del sottopasso è stato bloccato e perquisito. Addosso aveva 15 grammi di marijuana, 10 di hashish e una boccetta di metadone, che gli sono valsi un arresto per detenzione ai fini di spaccio.

Alcol alle stelle e armi nelle auto

Le due denunce della compagnia di Padova arrivano dai controlli in strada e hanno colpito un 42enne di Villafranca e un 37enne marocchino. Il primo è stato tradito dall'alcol che aveva in corpo mentre guidava la sua Mercedes classe A. Notato in via Garibaldi a Rubano, avanzava a zig zag e il motivo è stato presto chiaro: l'etilometro ha segnato un valore di 2,36 g/l, quasi cinque volte oltre il limite. Immediate e pesanti le sanzioni, dal ritiro della patente alla denuncia, fino al sequestro dell'auto. É invece di porto di oggetti atti a offendere l'accusa per il nordafricano, pregiudicato e residente nell'Alta, scoperto a bordo della sua Fiat Punto a Limena con due coltelli dalla lama di quasi 20 centimetri. E sempre per guida in stato di ebbrezza, con le stesse sanzioni del 42enne, è stato denunciato un 37enne di Schio. A inchiodarlo sono stati i carabinieri della compagnia di Este che lo hanno trovato al volante della sua Lancia Y con 1,63 g/l.

Giovanissimi con la droga

Gli stessi militari hanno segnalato alla prefettura un 22enne di Este come assuntore di stupefacenti perché nella sua auto aveva un grammo di hashish e gli hanno ritirato la patente. Identica sorte per un 18enne di Adria, che invece aveva 2,7 grammi della stessa sostanza e figura ora nei registri della prefettura polesana dopo la segnalazione da parte della compagnia di Piove di Sacco.

Furti al centro commerciale

Per i carabinieri di Abano le denunce sono state quattro, tutte per lo stesso furto commesso all'Ipercity di Albignasego domenica pomeriggio. Quattro romeni tutti residenti a Padova, due donne di 28 e 36 anni e due uomini di 32 e 41, sono stati scoperti dopo aver rubato alcuni addobbi natalizi del valore di 110 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento