Il capolinea nord del tram, tra famiglie accampate e abusivi nei palazzi abbandonati

I carabinieri hanno organizzato lunedì un ampio controllo nella zona di Pontevigodarzere. Attenzionato un gruppo di nomadi, altre tre persone sono finite denunciate

Una fase dei controlli nelle palazzine abbandonate di via Signorini

La zona del capolinea nord del tram a Pontevigodarzere torna al centro dei controlli dell'Arma, che lunedì dalle 7.30 del mattino fino al primo pomeriggio ha passato al setaccio il parcheggio e diversi edifici limitrofi.

Verifiche su camper e roulottes

Il personale del Nucleo radiomobile, della stazione di Padova Principale e della polizia locale si sono concentrati in particolare su alcuni nuclei familiari di origine nomade che abitualmente stazionano nell'area riservata ai veicoli in via Signorini. A inizio gennaio durante un precedente controllo marito e moglie erano stati denunciati per truffa e danneggiamento poiché avevano forzato la sbarra del parcheggio per i camper sistemandovi il loro mezzo senza mai pagare la sosta. Gli stessi sono stati ritrovati nella stessa area insieme ad altre persone, dodici adulti tutti identificati e altrettanti minorenni. Dei sei camper presenti uno è finito sotto sequestro perché privo di copertura assicurativa. Nessun reato è invece stato contestato ai presenti e anche i bambini sono riusultati tutti essere regolarmente a scuola.

Bivacchi nelle case abbandonate

I carabinieri hanno perlustrato anche due palazzine abbandonate nelle vicinanze, trovandovi all'interno tre persone che vi avevano cercato rifugio. Tra loro anche un 17enne tunisino che è stato affidato a una comunità protetta.

Spacciatore a 14 anni

Durante i controlli in centro città un altro minore anch'egli tunisino è finito denunciato per spaccio di droga. Il 14enne è stato avvistato mentre cedeva una dose di cocaina a un 47enne di Abano Terme e aveva addosso anche un coltello a serramanico sequestrato insieme allo stupefacente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Violenza e merce rubata

Deve invece rispondere di resistenza e violenza a pubblico ufficiale il 53enne padovano P.F che all'interno delle cucine popolari di via Tommaseo ha minacciato un altro ospite e all'arrivo dei militari si è scagliato anche contro di loro. Infine con l'accusa di ricettazione è stato denunciato il 21enne S.J.T. di Castelfranco Veneto (Treviso) trovato in possesso di un cellulare risultato rubato a una 43enne di Noventa Padovana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • Coronavirus, Zaia: «Stiamo iniziando a entrare nel vivo della battaglia»

  • Il miglior panettone del mondo si trova alla pasticceria Estense: Francesco Luni vince l’oro assoluto

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento