Controlli nella distilleria Bonollo di Conselve: denuncia di sversamento nei canali. E dalla cantina sociale suona per 11 ore l'allarme

Nella mattinata di lunedì 15 luglio, carabinieri, NOE (Nucleo forestale dei carabinieri), polizia locale e Acque Venete sono state alle distilleria Bonollo in seguito a un esposto denuncia fatto da un cittadino ai carabinieri

Quello che si sente nel video è il rumore di sirena di allarme che i residenti del quartiere Magnolie e limitrofi, a Conselve. Lo hanno dovuto sopportare per ben 11 ore senza che venisse attuato nessun intervento, nella notte tra sabato 13 e domenica 14 luglio. L'allarme arriva dalla cantina sociale, una delle più antiche d'Italia. A fianco della cantina sociale c'è l'impianto della Bonollo. Quello che si vede nelle foto, invece, è il materiale che è stato rinvenuto in un canale, dove è evidente ci sia stato un sversamento. Ma andiamo con ordine. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A partire dalle 21 di sabato, per 11 ore circa, è stato spento alle ore 08 circa della mattina della domenica successiva, si è sentito suonare forte questo allarme. Inutile aggiungere che per molti è risultato impossibile dormire. Oltre a questo, quello che risulta incomprensibile ed inaccettabile è il fatto che nonostante fossero state avvisate a più riprese le forze dell'odine durante l'arco della notte, non sia stato fatto nessun tipo di intervento per ben 11 ore esponendo persone a potenziali pericoli legati all'allarme inascoltato. Nella giornata di domenica poi, un cittadino ha denunciato, con un esposto ai carabinieri in cui indicava che nel suo giardino era presente del liquido rosso che appariva anche all'interno di un fosso, un nuovo problema, che, a suo dire, è stata la distilleria a provocare. Nella mattinata di lunedì 15, carabinieri, NOE (Nucleo forestale dei carabinieri), polizia locale e Acque Venete sono state a far visita alla stessa distilleria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoravano in nero e percepivano il reddito di cittadinanza: scoperti dalla guardia di finanza

  • Il sorpasso azzardato causa lo scontro tra auto: un ferito elitrasportato in ospedale

  • Sgomberato l'hotel Sollievo Terme: all'interno c'erano una cinquantina di persone

  • Coronavirus, positivi 5 bambini del centro estivo e 8 ragazzi tornati dalla vacanza in Croazia

  • In prima linea contro il Covid nonostante la malattia: l'Ulss 6 piange Francesco Di Martino

  • Violento schianto contro il palo della luce: guidatrice trasportata in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento