Una coltivazione di marijuana e patenti ritirate: mattinata di controlli per i carabinieri

Durante le operazioni di controllo del territorio i carabinieri hanno rinvenuto una vera e propria serra per la marijuana in un garage, con tanto di lampade. Pizzicate anche diverse persone che guidavano in stato di ebbrezza

Piante di marijuana, dosi di stupefacente, guida in stato di ebbrezza e quant’altro. Quattro denunce e una segnalazione in Prefettura sono il risultato di un controllo straordinario effettuato dai carabinieri della compagnia di Este.

I controlli

Le operazioni sono iniziate alle otto di sabato 1 agosto e hanno portato a diverse denunce per reati connessi alle sostanze stupefacenti e alla guida in stato di ebbrezza. A Este è stato denunciato per detenzione illecita di droga un 31enne domiciliato a Vo’: assieme ai colleghi della stazione di Lozzo Atestino, i carabinieri hanno perquisito l’abitazione del 31enne che all’interno del garage nascondeva 20 piante di marijuana, alcuni contenitori con 10 grammi della stessa sostanza, lampade e altre attrezzature per la coltivazione. È stato segnalato come assuntore, invece, un ragazzo di 23 anni di Monselice: si trovava a bordo della sua Fiat Punto a Este quando i carabinieri lo hanno fermato e hanno trovato un involucro con 2 grammi di marijuana. Lo stupefacente e le attrezzature sono state sequestrate. Tre le denunce per reati connessi all’alcol: un 26enne del Marocco residente a Solesino è stato denunciato dai carabinieri della locale stazione per violenza privata in stato di ubriachezza abituale mentre sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza un 69enne di Stanghella che si trovava sulla sua  Fiat 500X con 2,17 g/l di alcol nel sangue mentre guidava nel suo paese, sorpreso dai carabinieri di Boara Pisani, e un 28enne di Megliadino San Vitale con 0,96 g/l mentre guidava a Santa Margherita d’Adige. Ad entrambi è stata ritirata la patente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Perde il controllo della bicicletta e viene travolto da un'auto: morto ciclista padovano

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Albignasego: filmano e deridono il professore in aula, sospesi quindici studenti

  • Incendio in un'abitazione a Padova: residente in ospedale con ustioni e problemi respiratori

Torna su
PadovaOggi è in caricamento