Cronaca

Ventiquattro ore di controlli nel Padovano: 9 arresti e 32 denunce

Maxi operazione dei carabinieri in città e provincia, dalle 8 di giovedì alla stessa ora di venerdì. Sono stati passati al setaccio ritrovi di fortuna, locali pubblici, sale giochi, internet point e phone center e zone rurali

Il comando provinciale dei carabinieri di Padova, dalle 8 di giovedì alla stessa ora di venerdì, ha predisposto un servizio coordinato a largo raggio finalizzato al controllo del territorio, al contrasto del degrado, dello spaccio di sostanze stupefacenti e dei reati predatori. Sono stati passati al setaccio ritrovi di fortuna, locali pubblici, sale giochi, internet point e phone center e zone rurali. 94 i mezzi e 169 gli uomini schiarati, assieme all'unità cinofila di Torreglia. Il bilancio è di 9 arresti, 32 denunce, 474 persone e 379 veicoli controllati, 6 patenti ritirate, 19 grammi di stupefacente sequestrati e 3 segnalazioni alla prefettura.

PADOVA. In città, i carabinieri del Norm della compagnia di Padova hanno arrestato A.O.O., 38 anni, tunisino, già sottoposto agli arresti domiciliari, e tre nigeriani, P.E., 29enne, O.O., 20enne, C.A., 25enne: a seguito di un controllo nell’abitazione del tunisino, i tre connazionali, sottoposti a perquisizione, sono stati trovati in possesso di 11 grammi di cocaina, 1,1 di marijuana. I militari hanno sequestrato loro anche 1.170 euro in contanti, ritenuti provento di spaccio, e otto telefoni cellulari. Venerdì la direttissima. In manette anche I.Z.B., 22enne del Burkina Faso: l'uomo, dopo essersi disfatto di un involucro contenente verosimilmente marijuana (non recuperato), al fine di sottrarsi al controllo, ha iniziato a spintonare i carabinieri, procurandogli lesioni. Bloccato e perquisito, è stato trovato in possesso di 250 euro, ritenuti provento di spaccio e di un telefono cellulare. Anche per lui la direttissima è stata fissata per venerdì mattina.

ALTA PADOVANA. I carabinieri della stazione di Campodarsego hanno arrestato E.M., 54 anni, residente a Campodarsego, in esecuzione di un'ammissione ad un periodo di detenzione domiciliare per unificazione pene concorrenti (reati contro il patrimonio, amministrazione della giustizia e in materia di stupefacenti), emessa dal tribunale di Padova. Sono, inoltre, state deferite, in stato di libertà, 19 persone: P.A., 30 anni, per detenzione di sostanza stupefacente; M.G., 50 anni, per avere acquistato un pacchetto di sigarette pagando con una banconota da 100 euro falsa; C.E., 28 anni, S.P., 50 anni, S.F., 26 anni, Z.S., 38 anni, B.M., 60 anni, e K.R., 32 anni, per guida in stato di ebbrezza alcolica; S.A., 44 anni, per possesso di sostanze stupefacenti e ubriachezza; O.N., 71 anni, residente Marino (Roma), e F.V., 77 anni, residente a Milano, per aver falsificato e posto all’incasso un assegno per l’acquisto di un’autovettura; M.G., 38 anni, residente Paese (Treviso), e M.A. 38 anni, residente Rosolini (Siracusa), per truffa: entrambi hanno messo in vendita online due condizionatori facendosi pagare gli elettrodomestici senza consegnarli e rendendosi irreperibili; A.M.S., G.O.B.N. e B.Y, minorenni, per aver sottratto 30 euro dal registratore di cassa e alcuni prodotti alimentari all’interno dei locali di un centro giovanile parrocchiale; F.F., 44 anni, per il furto di 300 euro sottratti dalle slot machine di un esercizio pubblico; S.M., 48 anni, per furto di prodotti cosmetici per un valore di 40 euro, all’interno di un supermercato.

ESTENSE. Deferite, in stato di libertà cinque persone: A.L., 46 anni, per guida senza patente perché revocata; A.N., 21 anni, A.R., 20 anni, A.V., 50 anni, e B.S., 30 anni, per ricettazione in concorso: fermati ad un controllo della circolazione stradale, sono stati sorpresi a bordo di un veicolo rubato ad una ditta di Mantova; L.V., 30enne, e M.D., 34enne, per furto di capi d’abbigliamento all’interno di un centro commerciale.

PIOVESE. I carabinieri del Norm di Piove di Sacco hanno arrestato H.H., tunisino di 34 anni, residente a Pontelongo, destinatario di due ordinanze di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari emesse dal tribunale di Padova, in due procedimenti penali differenti sempre riguardanti reati in materia di sostanze stupefacenti. I militari della stazione di Piove di Sacco hanno stretto le manette ai polsi di V.D.P., 49enne residente a Piove, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare con prosecuzione della detenzione in regime di arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Padova, dovendo scontare una pena di 4 anni e 2 mesi di reclusione per reati in materia di sostanze stupefacenti. Sei persone sono state deferite in stato di libertà: G.P., 62 anni, per guida senza patente; M.A., minorenne, per aver falsificato un documento d’identità; L.M., 22 anni, e L.D., 24 anni, per truffa e falsità ideologica commessa in atto pubblico in concorso: i due avevano denunciato lo smarrimento, mai avvenuto, del certificato di proprietà di un camper intestato ad un'altra persona, per poi accaparrarsi 9.500 euro di acconto dalla vendita del mezzo, senza mai consegnarlo all'acquirente. Infine, sono stati denunciati M.A., 28 anni, marocchino, per violazione in materia di soggiorno, e C.Q., 33 anni, cinese, per furto aggravato all’interno di un supermercato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventiquattro ore di controlli nel Padovano: 9 arresti e 32 denunce

PadovaOggi è in caricamento