Continuano i controlli straordinari al Portello: due spacciatori in manette

Le pattuglie miste previste dal piano di contrasto allo spaccio predisposto dal Prefetto hanno arrestato ieri due tunisini, uno de quali già noto alle forze dell'ordine e fermato anche la settimana scorsa

Continuano i controlli serrati al Portello da parte delle pattuglie miste composte da polizia, esercito, carabinieri e Guardia di Finanza per combattere il degrado legato allo spaccio. Ieri sono finiti in manette due tunisini, uno dei quali era nel mirino delle forze dell'ordine già da qualche tempo.

Si tratta di Sani R., venticinquenne con permesso di soggiorno per motivi umanitari rilasciato dalla questura di Torino, fermato la settimana scorsa per furto al Portello. Ieri mattina però, verso le 11, gli agenti lo hanno beccato con mezzo grammo di Hashish e 0,3 grammi di cocaina in via Gradenigo. Il giovane è stato processato in direttissima questa mattina.

Della stessa nazionalità Salim N., il 26enne arrestato in tarda serata attorno a mezzanotte e mezza, senza fissa dimora e con permesso di soggiorno per motivi umanitari. Fermato in via del Portello, è stato trovato in possesso di un involucro contenente 6 grammi di eroina, oltre ad avere 425 euro in contanti in tasca, molto probabilmente proventi di spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui Colli: ciclista si scontra con un furgone, morto un 55enne

  • Sparatoria in stazione, vigile urbano esplode colpi di pistola per bloccare un ladro

  • Smantellato giro di prostituzione e casa di appuntamenti in un residence della Guizza

  • Cadavere in un campo, è un cacciatore sessantenne scoperto da un agricoltore

  • Ciclista di 49 anni padovano viene travolto da un'auto nel veneziano: morto sul colpo

  • Perde il controllo dell'auto e falcia un pedone: ventenne grave, ferito anche il conducente

Torna su
PadovaOggi è in caricamento